Biologico e formazione, in Coldiretti corsi per gli associati

Cresce la tendenza a consumare prodotti biologici e Coldiretti punta sulla formazione dei suoi associati.

Dopo il successo dei corsi promossi lo scorso anno dal titolo “Start-Up in Agricoltura Biologica”, che si proponevano di trasmettere alle aziende agricole le competenze di base e le nozioni generali per l’applicazione del metodo bio, ecco che arriva la proposta dei corsi di specializzazione, utili e interessanti strumenti di approfondimento della normativa vigente, comprendenti lezioni “attive” per coinvolgere i partecipanti -guidati da docenti esperti- in dimostrazioni pratiche.

Nello specifico le proposte formative sono quattro, con le seguenti denominazioni: “Coltivazione biologica di seminativi e colture industriali”; ” La trasformazione in azienda dei prodotti biologici”; “VitiVinicoltura Bio: la coltivazione e le operazioni di cantina nel rispetto dei regolamenti del settore biologico”; “La zootecnia Bio nell’appennino e nella pianura Emiliano Romagnola”.

Disponibili in tutte le province dell’Emilia Romagna, date e sedi saranno definite sulla base delle iscrizioni, per le quali la scadenza è fissata a fine dicembre. Il costo complessivo per ogni corso è di 49,50 euro(cofinanziato al 90% dalla Regione Emilia Romagna). A Piacenza i corsi – promossi da Coldiretti Emilia Romagna – vengono organizzati in collaborazione con il Centro di Formazione Tadini di Gariga di Podenzano. Per le iscrizioni è necessario quindi rivolgersi al centro Tadini oppure al Servizio Agroambiente di Coldiretti Piacenza (che risponde allo 0523-596508). Le lezioni saranno a cura anche di docenti di Federbio.

“Nel Piacentino – ricorda la responsabile del Servizio Agroambiente di Coldiretti Piacenza Enrica Gobbi – operano oltre 700 imprese biologiche. Il nostro territorio è particolarmente vocato e predisposto a questo metodo di coltivazione: sono più di 15mila gli ettari di superficie bio, con un aumento di oltre il 20% in un anno. Una crescita che va di pari passo con il costante rafforzarsi della tendenza a consumare prodotti bio. Questi corsi sono importanti anche sotto il fronte occupazionale, perché il metodo biologico si sta rivelando una prospettiva interessante per il ritorno alla terra, contribuendo così al ricambio generazionale in agricoltura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.