Dai pannelli fotovoltaici alla colonnina per auto elettriche, ecco l’agenzia di assicurazioni “green”

Più informazioni su

A Fiorenzuola d’Arda la prima agenzia di assicurazioni green, votata all’efficienza energetica, al basso impatto ambientale e alla riduzione dei consumi.

“Credo fortemente che sia necessario adottare, quanto più è possibile, tutte quelle misure atte a ridurre la dipendenza energetica da fonti non rinnovabili – spiega Alessandro Romano, patron di Romano Assicurazioni – per questo da anni ho sposato la causa di rendere efficiente sia i locali che la palazzina della mia agenzia assicurativa, sia sotto il profilo di autonomia energetica che di riduzione dei consumi”.

Alessandro Romano è figlio d’arte, anche il padre era assicuratore con il precedente ufficio sito, sempre a Fiorenzuola, in via Risorgimento. “L’agenzia di mio padre trovava posto in un appartamento piuttosto castigato – prosegue Romano – ero ancora un ragazzo e feci una lunga gavetta, i miei primi compiti erano di sostituire la segretaria quando era in ferie. A fine anni ’80 mio padre mostrò la volontà di andare in pensione, gradualmente presi il suo posto e successivamente traslocai l’ufficio andando ad acquistare un’intera palazzina in via Matteotti, alle porte della città”.

Romano Assicurazioni a Fiorenzuola

“Sin da ragazzino mostrai particolare interesse per i documentari scientifici e quelli riguardanti tematiche ambientali. Crescendo mi appassionai alla lettura di riviste che trattavano argomenti di risparmio energetico, nuove frontiere dell’innovazione”. Così nel 2017 Alessandro Romano avvia lavori edili di riqualificazione energetica. Il tetto viene rifatto, il sottotetto coibentato con 50 centimetri di cemento cellulare e con 10 centimentri di polistirene espando. Quindi dotando l’edificio di pannelli fotovoltaici da 3,7 chilowatt, abbinati a batterie di accumulo da 4 chilowatt, per un investimento complessivo di oltre 12mila euro sfruttando la normativa incentivante.

Nel 2018 viene installata una colonnina da 3,7 chilowatt per la ricarica di auto elettriche e ibride plug-in, un servizio gratuito per la clientela oppure attivabile tramite l’App NextCharge. Per di più la stessa colonnina è sua volta alimentata dai pannelli fotovoltaici posti sul tetto. Sempre nel 2018 parte la rivoluzione del riscaldamento. Viene di fatto smantellata la caldaia a gas metano e i locali vengono dotati di pompa di calore (caldo in inverno e fresco in estate) e di una stufa a pellet messa in funzione nei mesi più freddi. L’anno scorso è iniziata la sostituzione dei serramenti, installando vetri bassi emissivi a tripla camera d’aria.

“Per ora ammetto di essere soddisfatto dei risultati economici, complessivamente a fronte di bollette annue da 3mila euro, oggi spendo 200 euro di gas (solo per acqua calda sanitaria), 300 per il pellet e 700 di luce. Per questo ho intenzione di andare avanti, anche potenziando l’impianto fotovoltaico. Entro fine 2020 ho in programma di realizzazione un cappotto termico spesso almeno 15 centimetri per abbattere ulteriormente la dispersione termica come l’acquisto di un’autovettura completamente elettrica da utilizzare tutti i giorni, sia per lavoro che per la mia famiglia”.

“Tutto questo nel cercare di avere quegli accorgimenti che possano ridurre l’impatto ambientale, anzitutto riciclando quanto più possibile, facendo la raccolta differenziata, mantenendo una temperatura in inverno non superiore ai 20° gradi e in estate preferendo la funzione deumidificatore a quella refrigerante. Credo fortemente che sia necessario far diventare di moda l’essere green, solo così si potrà guadagnarne tutti in salute riducendo l’inquinamento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.