Ecoscuola, M5s “A Piacenza oltre 500mila euro grazie a tagli stipendi e indennità”

“Possibili fondi di oltre 500mila euro per Piacenza e provincia per rendere ambientalmente sostenibili le nostre scuole. E’ possibile grazie a due progetti del MoVimento 5 Stelle”.

Lo spiegano i parlamentari Davide Zanichelli, Maria Laura Mantovani ed i consiglieri comunali pentastellati di Piacenza Sergio Dagnino, Andrea Pugni e di Fiorenzuola Elena Rossini. “Con “Facciamo EcoScuola” – hanno dichiarato Mantovani e Zanichelli a margine della conferenza stampa tenutasi a Piacenza -, ben 3 milioni di euro e di questi 207mila euro in Emilia-Romagna, saranno destinati per portare la sostenibilità in classe; questa importante iniziativa, nata e finanziata grazie ai soldi del taglio degli stipendi e delle indennità dei parlamentari e dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, mira a promuovere progetti di sostenibilità ambientale all’interno delle scuole di tutt’ Italia; le scuole potranno progettare e realizzare i loro interventi: per gli istituti dell’Emilia-Romagna sono disponibili 207.809,64 euro”.

“È un importante segnale verso le nuove generazioni, quelle che vivono la scuola ogni giorno e che rappresentano il futuro del nostro Paese. Con “Facciamo EcoScuola” investiamo su un tema che alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi sta molto a cuore: l’ambiente e la salvaguardia del Pianeta” ha dichiarato Zanichelli.

COME FUNZIONA IL BANDO PER LE SCUOLE – “Tutte le scuole pubbliche d’Italia potranno inviare entro il 15 gennaio il loro progetto orientato a raggiungere uno di questi obiettivi: riduzione dell’impronta ecologica, interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici, promozione della mobilità sostenibile, educazione ambientale, rigenerazione degli spazi, organizzazione di giornate per la sostenibilità. Ai progetti vincitori andrà un contributo di 10.000 o 20.000 euro.

SCELTA ONLINE NEUTRA – “I progetti verranno votati online da parte degli iscritti del Movimento 5 Stelle dell’Emilia-Romagna. Per non sfavorire i piccoli Comuni il progetto non porterà né il luogo, né il nome della scuola ma solo il progetto” – ha affermato la senatrice M5S Maria Laura Mantovani.

NESSUN OBBLIGO PUBBLICIZZARE INIZIATIVA DA PARTE SCUOLE -“Auspichiamo che siano tanti i dirigenti scolastici di Parma e provincia a voler aderire presentando un progetto. Per preservare l’indipendenza delle scuole, queste non hanno alcun obbligo a pubblicizzare la provenienza dei fondi per i progetti ” hanno spiegato i due parlamentari.

Durante la conferenza stampa è stata illustrata la mozione depositata dal gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle di Piacenza e verrà presentata anche in provincia che vuole impegnare la giunta a utilizzare per gli anni che vanno dal 2020 al 2024 i fondi messi a disposizione dalla cosiddetta ‘norma Fraccaro’ per iniziative di risparmio energetico, sviluppo sostenibile come l’installazione di produzione energetica da fonti rinnovabili (esempio tetti fotovoltaici) nelle scuole interessate dei Comuni. Una norma che nel solo Comune di Piacenza se impegnata su progetti eco-scolastici sarebbe pari 500.000 di euro per i prossimi anni (100.000 euro l’anno).

Con la legge di bilancio 2020, la “Norma Fraccaro” è stata stabilizzata fino al 2024 con contributi annui di 500 milioni di euro. Per Comuni come Piacenza si parla di contributi pari a oltre 100.000 euro l’anno per opere di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile.

“E’di fondamentale importanza che le nostre scuole contribuiscano dal punto di vista concreto ed educativo alla svolta ambientale della nostra comunità. Svolta che è di fondamentale importanza per contrastare sia l’emergenza climatica in atto che quella riguardante l’inquinamento. Si ricorda che la Pianura padana è la zona più inquinata d’Europa con una aspettativa di vita ridotta di 3 anni a causa delle Pm 2.5 e decine di migliaia di morti premature causate da malattie legate a fonti inquinanti” hanno concluso i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.