Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Confindustria

Grieco, presidente Enel, e il “pragmatismo della sostenibilità” foto

“C’è molto pragmatismo nella sostenibilità”. Lo sostiene Patrizia Grieco, presidente di Enel, ospite 2019 di Conversazione con…, il tradizionale appuntamento pre-natalizio che Confindustria Piacenza organizza da un decennio.

La presidente di Enel ha dialogato con il presidente di Confindustria Piacenza, Alberto Rota, e con Maurizio Delfanti, professore Associato di Sistemi Elettrici per l’Energia ed amministratore delegato RSE, centro di ricerca in campo energetico che ha una sede anche a Piacenza presso il Tecnopolo. Un appuntamento che ha attirato molti esperti del settore, insieme alle istituzioni e ai rappresentanti politici locali: dal sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, al ministro dei trasporti Paola De Micheli, erano presenti il senatore Pietro Pisani (Lega) e il consigliere regionale di FdI Giancarlo Tagliaferri.

La sostenibilità non è solo una moda o esclusivo appannaggio di ambientalisti à la Greta Thunberg, ma un modo – remunerativo – di fare impresa. “Il settore privato deve tornare a investire nell’ambiente in cui opera. C’è molto pragmatismo nella sostenibilità e la finanza se ne è accorta: come Enel abbiamo emesso due bond, il primo legato alle energie rinnovabili e il secondo al contenimento delle emissioni. Abbiamo ricevuto richieste che superavano di 5 volte la disponibilità”.

Questo significa che c’è mercato per progetti che non siano solo greenwashing (cioè mera apparenza) per le imprese. Da parte sua, Enel sta portando avanti un impegno serio mirato alla decarbonizzazione e elettrificazione dei consumi, con investimenti di 28,7 miliardi “pari a una finanziaria”, ha detto Grieco, di cui circa la metà sono mirati appunto allo sviluppo della rinnovabili e all’uscita dal carbone che al momento incide “al 25%.  nel 2022 vogliamo ridurlo al 6%”.

Oggi il Green New Deal offre una grande opportunità, dice la presidente Enel. “Io sono una europeista convinta, e il Green New Deal rappresenta una grande opportunità per tutti noi. L’Europa adesso deve assumersi l’impegno di dare l’esempio e far vedere le opportunità che può offrire la riconversione industriale. Oggi la sostenibilità deve essere un impegno di tutti, indipendentemente dal settore in cui operiamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.