“Il nostro auspicio è di poter esporre presto il Klimt. E’ un regalo alla città”

Manca ancora l’esito della perizia, ma il presidente della Galleria Ricci Oddi, Massimo Ferrari si dice “assolutamente ottimista” rispetto all’autenticità del dipinto ritrovato proprio nei giardini della galleria stessa.

Il “Ritratto di signora” di Gustav Klimt potrebbe quindi tornare presto all’ente di via San Siro, proprietario dell’opera. “Noi siamo molto contenti specialmente per Piacenza: il quadro è della città – dice Ferrari, intervistato dal giornalista Rai Antonio Boschi -. Tutto il consiglio di amministrazione è molto felice, e ci riuniremo presto per poter uscire con un comunicato stampa generale sulla vicenda. Siamo in contatto sia con le forze dell’ordine che con la Soprintendenza e con il massimo rispetto di tutti speriamo di riavere presto il nostro quadro in galleria e di poterlo rioffrire alla città”.

Rispetto all’autenticità del dipinto, il presidente Ferrari si dice “assolutamente ottimista, non siamo tecnici, ma l’aspetto esteriore (i timbri, la ceralacca posti sul retro dell’opera ritrovata ecc… ndr) conferma una possibilità positiva. Non crediamo ci sia una ragione per riprodurre un falso in questo modo, noi siamo ottimisti, certo che gli accertamenti ci diranno se è davvero il “Ritratto di signora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.