Il tema del tempo tra arte e musica: alla Galleria Alberoni due eventi per celebrare l’anno nuovo

Più informazioni su

Apertura straordinaria della Galleria Alberoni a Piacenza.

Per l’occasione, mercoledì 1 gennaio 2020, andrà in scena un originale programma interamente dedicato al tema del tempo, a poche ore dai festeggiamenti e dal conto alla rovescia che avrà sancito la fine dell’anno vecchio e l’inizio del nuovo. Il tradizionale appuntamento alberoniano dedicato al tempo, nel primo giorno dell’anno, prevede quest’anno due momenti: una visita guidata speciale e un concerto.

Alle ore 16 avrà inizio una visita guidata speciale intitolata “L’arte di misurare il tempo” (ingresso ridotto €. 4,50). Un percorso che condurrà alla scoperta della collezione alberoniana di strumenti di misurazione del tempo acquisiti, commissionati, costruiti e oggi custoditi al Collegio Alberoni: antichi ingranaggi, orologi, antiche pendole, campane, meridiane, strumenti astronomici dedicati alla determinazione dell’ora esatta.

I libri e il tempo – La visita non presenterà solo gli strumenti di misurazione del tempo, ma anche una selezione di libri antichi e preziosi dedicati al tema del tempo e alla sua misura, tra i quali l’Encylopédie ou Dictionnaire raisoné des sciences, des arts et des metiers, di Didertot e D’alembert, di cui la Biblioteca del Collegio possiede l’edizione livornese del 1770, con il volume relativo all’Horlogerie. La visita guidata permetterà comunque di vedere le opere principali e più importanti delle collezioni storiche, artistiche e scientifiche alberoniane (la strepitosa collezione di arazzi, la pinacoteca alberoniana, la tavola Ecce Homo e i dipinti più preziosi e antichi, la biblioteca monumentale, etc).

Alle ore 18, nella Sala degli Arazzi, il tema del tempo si farà musica, con il concerto a cura dei docenti dell’Accademia della Musica di Piacenza, intitolato “Nel tempo della musica”(ingresso gratuito): un vero e proprio viaggio nelle musiche ispirate al tema del tempo e alle riflessioni sul suo incessante scorrere, con brani scelti da Ludwig van Beethoven fino a Ludovico Einaudi.

Il programma musicale: E.Elgar, Chanson De Matin; E.Elgar, Chanson de Nuit; P.I Ciaikovsky, Canto d’Autunno, F.Chopin, Notturno, L.V. Beethoven, Chiaro di luna, J.S.Bach, Preludio ( tratto dalla suite per violoncello), G.B.Pescetti, Presto, D.Rossi, Les Adieux, D.Rossi, Impromptu, A.Piazzolla, Oblivion, L.Einaudi, Stella del mattino, D.Alexander, All is calm, C.Rollin, Sunrise on the Matterhorn, J.Strauss, Valzer Rose del Sud.

Suonano: Nicoletta Rosati, violoncello, Caterina Caterini, violino, Elena Gobbi, pianoforte

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.