Integrazioni stipendio vigili del fuoco, i sindacati “Risorse stanziate insufficienti”

Pubblichiamo la nota stampa congiunta dei sindacati confederali nazionali in merito alle mobilitazioni indette dai Vigili del fuoco

In considerazione delle assicurazioni forniteci riguardo i provvedimenti contenuti nel Testo della manovra economica, CGIL FNS CISL-UIL esprimono soddisfazione per l’impegno assunto dal Governo e dal Parlamento per le importanti risorse economiche appostate nella Legge di Bilancio per la valorizzazione del lavoro, delle retribuzioni e del trattamento previdenziale dei Vigili del Fuoco.

Le iniziative messe in campo dalle Scriventi nei mesi scorsi erano rivolte ad una particolare sensibilizzazione sul tema di tutti gli schieramenti politici per un Corpo, quello dei Vigili del Fuoco, che svolge un ruolo istituzionale unico ed insostituibile. Tanto che, a seguito di ciò, sono stati presentati emendamenti che delineavano un percorso economico e normativo, in un arco temporale di tre anni, finalizzato a rendere il trattamento retributivo e previdenziale di tutte le lavoratrici e i lavoratori del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco più adeguato alla specificità del lavoro che, in questi 80 anni di attività, hanno saputo affrontare con grande professionalità e dedizione.

Tuttavia, nonostante siano stati individuati dal Governo 165 mln di euro a regime nel periodo 2020/2022 per i Vigili del Fuoco, tali risorse non permettono il completo riconoscimento economico tanto atteso e auspicato dal personale. Pertanto, pur apprezzando quanto di positivo questo Esecutivo abbia prodotto fino ad ora per i lavoratori dei Vigili del Fuoco, riteniamo che l’obiettivo dei 230 mln di euro sia indispensabile per questi instancabili operatori del soccorso e richiediamo di compiere un ulteriore sforzo per reperire quelle risorse che ancora mancano per raggiungere, nel triennio, tale obiettivo. Revocati gli scioperi del 12 e del 21 dicembre a causa dei periodi di franchigia, le iniziative sindacali di CGIL CISL UIL non si fermeranno.

Infatti il giorno 12 dicembre saremo in Piazza Santi Apostoli a Roma per sostenere queste ulteriori e giuste rivendicazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.