La Bohème, un’opera giovane per i giovani. Successo per la prova aperta dedicata ai 18enni fotogallery

Un’opera giovane per i giovani. E’ stata un successo la prova generale de La Bohème, aperta ai diciottenni di Piacenza, andata in scena nella serata del 17 dicembre al Teatro Municipale.

In jeans o con un vestito più elegante, tanti ragazzi delle scuole di Piacenza non hanno perso l’occasione di scoprire, da vicino, la genesi di un’opera lirica. Perché questo accade, durante una prova generale: si entra direttamente nel processo creativo, si impara anche da spettatori cosa non è stato fatto al meglio e come migliorare. I ragazzi sono stati accolti dall’assessore alla Cultura, Jonathan Papamarenghi, e dal regista, Leo Nucci, il baritono da che qualche anno porta avanti una proficua collaborazione artistica con la Fondazione Teatri.

“Iniziative come questa – ha detto l’assessore Papamarenghi – servono a voi ragazzi per conoscere il teatro e ad apprezzare il bello, sperando che questa passione possa nascere e crescere in voi”. Il regista Nucci ha invece spiegato la genesi di questa opera, in realtà molto fresca e moderna, più di quanto la lirica possa sembrare a dei ragazzi. “Questa opera di Puccini – dice – anticipa generi più moderni, come il musical e il jazz”.

Per chi invece volesse assistere alla “prima”, La Bohème andrà in scena venerdì sera, il 20 dicembre, e domenica pomeriggio, 22 dicembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.