Multa dopo il “Rigoletto”, botta e risposta tra il consigliere Giardino e il Sulpl

Una sfogliatella dura da mandare giù, più che per l’importo per la consegna in zona Cesarini. Definisce così il consigliere di maggioranza del Comune di Piacenza Michele Giardino (Gruppo Misto), in un post su Facebook, la multa elevata il 7 settembre, ma notificata solo oggi, a 90 giorni esatti di distanza.

“Notte di sabato 7 settembre, palazzo Farnese, lirica all’aperto, Rigoletto – si legge nel post -. Auto parcheggiate ovunque in piazza Cittadella. Anche la mia: lato ex biglietteria. Oggi, al novantesimo giorno, arriva la notifica della contravvenzione (peraltro non trovata sul parabrezza della mia auto, al termine della recita). Faccio notare l’orario del verbale: 23,33. Della serie “Ti piace vincere facile?”. Sarei curioso di sapere quanti hanno ricevuto la stessa sfogliatella. E soprattutto sarei curioso di sapere quante multe del genere vengono elevate alla stessa ora, nelle ordinarie serate, in piazza Cavalli. Che spettacolo!”

Puntuale la replica del sindacato Sulpl che difende l’operato della polizia locale cittadina. “Comprendiamo che “Pur mai non sentesi felice appieno” chi la riceve, la sfogliatella, per citare la definizione di verbale del consigliere Giardino su Fb. Ma, oltre a trovare quantomeno discutibili le sue insinuazioni e allusioni sui social riguardo l’operato della Polizia Locale da parte di chi riveste un ruolo pubblico, al Consigliere rispondiamo: che la notifica del verbale è avvenuta entro i termini di Legge; che la Polizia Locale è in servizio fino alle 00.30 e lavora fino all’ultimo minuto, cosa che dovrebbe apprezzare; che lasciare il preavviso sul parabrezza è un atto di cortesia non necessariamente dovuto (ricordiamo anche che di sera se tutto va bene ci sono due pattuglie a copertura di tutto il territorio); che il consigliere, che in quanto tale dovrebbe dare il buon esempio ai Cittadini, quindi iniziando dal non parcheggiare in divieto, deve solo pagare e sorridere, piuttosto evidenziando l’efficienza della Polizia Locale”.

“Tra l’altro, in quanto Consigliere può verificare quante violazioni al codice della strada sono state rilevate nelle ore serali dagli Agenti anche in Piazza Cavalli (molte!), rimanendo in attesa delle telecamere; può contribuire affinché l’Amministrazione metta a disposizione più parcheggi gratuiti e si decida a razionalizzare i divieti di sosta (presenti anche ove non necessario) o in alternativa può, come tutti i comuni cittadini che rispettano le regole, parcheggiare ad esempio alla Cavallerizza!”.

“Auspichiamo – concludono – che l’Assessore alla Sicurezza Zandonella, taggato dal Consigliere Giardino, prenda le difese della Polizia Locale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.