Pensionati pubblica amministrazione, Murelli (Lega) “Tempi più celeri per il fine servizio”

“I pensionati della pubblica amministrazione, docenti inclusi, non possono aspettare i tempi biblici di una pronuncia del Consiglio di Stato per vedersi riconosciuto il trattamento di fine servizio, che ammonterebbe a un massimo di 45 mila euro”.

Lo dichiara la deputata della Lega Elena Murelli, componente della commissione Lavoro alla Camera. “La risposta ricevuta oggi dal sottosegretario al Lavoro, alla mia interrogazione in Commissione, è assurda. La Lega al governo, con Quota 100, aveva previsto che il decreto attuativo entrasse in vigore entro 60 giorni: invece, dopo vari ritardi nell’avvio del tavolo ah hoc, siamo a dicembre e la decisione è in mano al Consiglio di Stato”.

“È inaccettabile che, come ha riferito il sottosegretario, i lavoratori, andati in pensione dal primo settembre con Quota 100, debbano aspettare chissà quanto per avere i decreti attuativi per vedersi riconosciuto quanto già versato durante gli anni di lavoro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.