Peggiora la qualità dell’aria nel 2019, in città 47 giorni con le polveri “fuorilegge”

Più informazioni su

Qualità dell’aria, Piacenza inverte la rotta rispetto all’anno scorso facendo registrare un aumento della concentrazione di inquinanti.

Le prime note dolenti arrivano dalle polveri sottili (Pm10): se infatti nel 2018 tutte le stazioni di monitoraggio erano rimaste entro il limite dei 35 giorni di superamento della soglia massima consentita – ovvero 50 microgrammi per metro cubo (µg/m3) – nel 2019 (dato aggiornato al 29 dicembre) quella posizionata nell’area di Piacenza Giordani-Farnese è stata al contrario per ben 47 volte “fuorilegge”.

Complici anche giornate serene e senza precipitazioni, gli ultimi due sforamenti – dopo 10 giorni di tregua – sono stati registrati il 28 e il 29 dicembre (valori di 67 e 65 µg/m3). Un quadro climatico che secondo le previsioni si dovrebbe protrarre fino al termine dell’anno, e che permette quindi di poter tracciare con leggero anticipo un bilancio definitivo sulla qualità dell’aria nella nostra città nel 2019.

Nella norma per quanto riguarda i numeri di sforamenti tutte le altre centraline, con valori comunque alti – e in proiezione a un passo dalla soglia limite – in quella di Montecucco (32 giorni di superamento) e Besenzone (31 giorni di superamento). Decisamente meglio a Lugagnano (9 giorni di sforamento) e Corte Brugnatella, in cui non sono mai stati registrati valori oltre al limite consentito.

Il quadro peggiora ulteriormente quando si parla di ozono, inquinante che viene tenuto sotto osservazione principalmente nel periodo estivo (aprile-settembre). A partire proprio dalla stazione di Corte Brugnatella, l’anno scorso tra le 4 in Regione a rimanere nei limiti (unica in provincia). Nel 2019, i dati Arpae raccontano di 43 giorni di sforamento del valore obiettivo (120 µg/m3), su un massimo consentito di 25 volte/anno come media su 3 anni. Sono poi 61 i superamenti del valore obiettivo a Besenzone; 75 a Lugagnano e 80 a Piacenza (Parco Montecucco).

A norma di legge i dati annuali relativi ad altri inquinanti come Biossido di Azoto (NO2) e alle PM 2.5.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.