Stop al Mes, raccolte 800 firme. Pozzi (Lega) “Battaglia per la libertà”

È soddisfatto il commissario provinciale della Lega Corrado Pozzi per le oltre 800 firme raccolte contro il Mes (meccanismo europeo di stabilità detto anche fondo salva Stati) sabato e domenica ai gazebo sparsi nella Provincia.

“Un risultato straordinario che testimonia quanto è importante per la gente potersi esprimere anche su trattati europei che hanno un rilevanza così importante per il futuro di tutti noi – ha sottolineato Pozzi -. Mentre una volta questi documenti, quali il Mes – ha aggiunto -, venivano redatti, votati e sigillati nelle segrete stanze, oggi, nonostante qualcuno ci provi ancora con la complicità di questo Governo guidato da Giuseppe Conte, dal Movimento 5 Stelle e dal Pd, la Lega si sta facendo carico di riportare la questione in Parlamento e nelle piazze dove gli italiani si possono esprimere. Un grande successo che ci carica ancora di più nella battaglia verso la libertà”.

Ai gazebo di Piacenza, Fiorenzuola, Cortemaggiore, Borgonovo, Monticelli, Castell’arquato, Ferriere, Carpaneto e Castelsangiovanni non si sono raccolte solo le firme contro il Mes, ma sono stati distribuiti volantini per la campagna elettorale delle regionali. Nel prossimo weekend verranno ancora raccolte firme per fermare il Mes a Podenzano, Ziano e Bettola.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.