Tangenziale di San Polo, sopralluogo del ministro De Micheli. Completa entro l’estate foto

E’ stato aperto definitivamente alla circolazione nel pomeriggio di venerdì 13 dicembre il primo tratto dell’attesa tangenzialina di Crocetta e San Polo (Piacenza). Nella mattinata del 14, il Ministro dei trasporti e delle infrastrutture Paola De Micheli ha effettuato un sopralluogo insieme agli amministratori dei Comuni interessati dalla nuova viabilità.

Presente il sindaco di Podenzano Alessandro Piva che ha annunciato che l’intero tratto della nuova tangenziale, comprensivo del collegamento con San Giorgio e del nuovo ponte sul torrente Nure, sarà pronto la prossima estate.

Al sopralluogo anche i tecnici di Autovia Padana e  l’amministratore delegato Claudio Vezzosi, titolare della concessione autostradale dell’A21, incaricata dell’esecuzione dell’opera rimasta sospesa per diversi anni.

Tangenziale San Polo

“Questa tangenziale ha una storia tormentata perché legata alla concessione autostradale della Piacenza – Brescia – dice il ministro De Micheli -, che è stata messa a gara, prima volta nella storia, ed è stata assegnata dopo un iter importante, perché il bando era europeo. Quindi non appena le cose si sono sistemate, sono ripartiti i lavori.

Noi abbiamo voluto un’accelerazione di questa opera, lo abbiamo voluto in tutti i ruoli. Oggi per noi è una soddisfazione ed è bello rendersi conto che c’è un salto di qualità nella mobilità e nella viabilità piacentina. Siamo contenti e siamo soddisfatti, ringraziamo i lavoratori che hanno realizzato questa opera, così come tutti quelli che hanno tenuto la barra dritta senza cadere nelle polemiche. Noi le opere pubbliche le facciamo al servizio delle persone, non per far polemica o attaccare qualcuno”.

“Questo intervento significa sicurezza, aria pulita all’interno del paese – aggiunge Alessandro Piva, sindaco di Podenzano -, vuol dire più tranquillità per chi abita a San Polo e a Crocetta. Aspettavamo questa opera da tanti anni, ringraziamo tutte le persone che si sono date da fare per realizzare questo intervento. Per noi è bel regalo di Santa Lucia, fatto da tutti i lavoratori e da tutte le istituzioni ai sanpolesi. Senza l’impegno di tutti avremmo dovuto attendere ancora del tempo, speriamo che venga completato anche l’altro tratto, che probabilmente sarà terminato entro luglio 2020″.

IL PRIMO TRATTO – Si tratta di un tronco di circa due chilometri, comprendente tre nuove intersezioni a rotatoria per la connessione con la viabilità esistente. La sezione stradale è di tipo C1, con un’ampiezza di 10,50 metri con una corsia per senso di marcia della larghezza di 3,75 metri e banchina pavimentata di 1,50 metri. Nel tratto sono presenti quattro piazzole di sosta e conformemente agli esiti della valutazione di impatto ambientale sono già state realizzate le barriere antirumore, mentre sono tutt’ora in corso le fasce di mitigazione ambientale.

Già in uso i sottopassi per garantire la continuità della viabilità comunale interferita. Contestualmente all’apertura del nuovo tratto stradale, di competenza della Provincia di Piacenza, il tracciato storico della strada provinciale di Carpaneto tra Crocetta e San Polo viene trasferito al comune di Podenzano, territorialmente competente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.