Tanti applausi in Santa Maria di Campagna per il Concerto degli Auguri della Banca di Piacenza foto

Ripetuti e convinti applausi hanno decretato l’ennesimo successo del Concerto degli Auguri della Banca di Piacenza, giunto alla 33esima edizione, nella splendida cornice della Basilica di Santa Maria di Campagna.

L’evento – diventato una tradizione dell’intera città che si rinnova da anni sotto la cupola del Pordenone – ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni che ha gremito la chiesa in ogni ordine di posti. Sotto la direzione artistica del Gruppo strumentale Ciampi, si sono esibiti l’Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Stefano Chiarotti e le Voci bianche, giovanili e miste del Coro Polifonico Farnesiano diretto da Mario Pigazzini. Altri protagonisti dell’applauditissimo concerto con l’organista Federico Perotti, il soprano Sachika Ito, il contralto Francesca Sartorato, il tenore Massimo Altieri e il basso Gabriele Lombardi.

Nel programma di sala distribuito a tutti i partecipanti, presente la locandina con – oltre alla mostra dedicata a Giacomo Bertucci in corso fino al 19 gennaio – i prossimi appuntamenti della Banca: il 27 dicembre, alle 18, nella Biblioteca del convento di Santa Maria di Campagna, con la presentazione del volume “I dipinti negati”, e il 31 dicembre, sempre in Basilica, con l’apertura straordinaria gratuita della Salita al Pordenone (per l’intera giornata – dalle 10 all’1 di notte – per consentire di aspettare in cupola l’anno nuovo) e il Te Deum, alle 21 con, a seguire, la cioccolata calda in convento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.