Treni, da domenica l’orario invernale con l’alta velocità sulla Pc – Milano. I pendolari “Luci e ombre”

Più informazioni su

Treni, al via da domenica 15 dicembre l’orario invernale che per i pendolari piacentini porta con se’ notizie positive e negative.

Tra le principali novità l’inserimento dei nuovi Frecciargento ETR700 che usufruiranno della linea Alta Velocità tra Bologna e Milano accorciando i tempi di percorrenza. Cinque di questi convogli effettueranno fermata a Piacenza.

“Questa è una notizia molto positiva – sottolineano dall’Associazione Pendolari Piacenza – che consentirà nella tratta Milano Sud – Piacenza Nord un risparmio netto di 15 minuti; la cosa negativa è che il risultato poteva essere molto migliore, perché alla fine dei conti i treni interessati saranno solo tre – uno all’andata (8804) che fermerà a Piacenza alle 9:36, orario inutile ai pendolari, e due al ritorno, l’8823 delle 17:50 (attuale 17:35 da Milano) e l’8825 delle 18:50 (attuale 18:35 da Milano), questi invece molto utili per i pendolari, perché impiegheranno circa 30 minuti da Milano Centrale a Piacenza. L’8802 delle 8:33 (attuale 8:24), che è utilizzato da una parte di pendolari, inizialmente doveva andare anch’esso su AV nella tratta, alla fine non è stato ricompreso per poter garantire la fermata, necessaria per tanti utenti, di Milano Rogoredo”.

“Detto questo – osservano – dovrebbero essere garantite la validità delle convenzioni alle condizioni esistenti fino a giugno. Il problema è che, anche quando vengono introdotte novità positive, pare sempre un compromesso al ribasso, quasi che fossero i pendolari a dover qualcosa a Trenitalia”. Sul fronte dei regionali, che rappresentano il grosso dell’offerta per la maggioranza dell’utenza – fa notare l’associazione – le novità derivanti dall’orario sono poche: “Continuiamo tuttavia a ritenere assurdo che un regionale, nelle fasce orarie pendolari, per percorrere poco meno di 60 km, la tratta Piacenza – Milano Rogoredo, continui ad impiegare più di 40 minuti e quasi un ora per arrivare a Milano Centrale, pur effettuando una sola fermata intermedia a Lodi.

Di seguito, in sintesi, le novità che riguardano l’Emilia-Romagna, annunciate da Trenitalia:

18 nuove fermate nell’area metropolitana MediopadanaNuove fermate Frecciarossa per una maggiore copertura delle principali aree del Paese in tutte le ore della giornata, favorendo più capillarità di collegamenti su tutto il territorio. 18 le nuove fermate a Reggio Emilia AV, per un totale di 76 fermate complessive nell’area Mediopadana, considerando anche quelle nella stazione storica di Reggio Emilia. Confermato un collegamento Milano – Roma con sole fermate a Bologna e Reggio Emilia AV.

104 le corse Frecciarossa fra Roma e Milano – Un’offerta dalle 5 del mattino alla mezzanotte, orari in cui sono previsti gli ultimi arrivi nelle due più grandi metropoli del Paese. Di questi, 57 uniranno Colosseo e Madonnina in circa tre ore, con unica fermata a Rogoredo o a Bologna Centrale.

In Laguna con le Frecce – Più velocità tra Venezia e Roma, grazie a 10 Frecce (quattro Frecciarossa e sei Frecciargento) con uniche fermate intermedie a Padova e Bologna Centrale. Novità anche per Ferrara con 16 nuove fermate per un totale di 26

Frecciarossa: rientro in tarda sera da Milano a Reggio Emilia AV e BolognaLe giornate si allungano grazie a una nuova possibilità di rientro serale da Milano a Bologna. Nelle giornate di mercoledì e giovedì, infatti, il Frecciarossa 9673 partirà da Milano Centrale alle 22.40, fermando a Milano Rogoredo (p. 22.50) e Reggio Emilia AV (a. 23.27 – p. 23.29) per arrivare a Bologna Centrale alle 23.54. Il Frecciarossa arriva a Bardonecchia e Oulx, in montagna nel week end anche da Bologna e da Reggio Emilia AV
Due nuovi collegamenti Frecciarossa, da Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Reggio Emilia AV, Milano e Torino con Oulx e Bardonecchia grazie alle nuove fermate, il sabato e la domenica, dal 15 dicembre al 29 marzo.
Partenze alle 9.53 da Bologna Centarale e alle 10.15 da Reggio Emilia AV e arrivo a Bardonecchia alle 13.25.
Partenza da Bardonecchia alle 14.40 e arrivo a Reggio Emilia AV  alle 17.40 e a Bologna Centrale alle 18.07

Frecciargento ETR700 sulla linea AdriaticaOgni giorno 14 Frecciargento sulla rotta Torino/Milano/Venezia – Adriatica, quattro in più rispetto ad oggi. Confermati i sei Frecciarossa sulla rotta Adriatica: due tra Pescara e Milano, due tra Bari e Milano, due tra Torino, Milano e Lecce.

Sei Frecce connettono Fiumicino Aeroporto a BolognaQuattro le corse giornaliere Frecciarossa e Frecciargento che connettono l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino con Firenze e Bologna, proseguendo verso Venezia (tre treni) o Milano e Torino (un treno). Tre ore e sette minuti i tempi di percorrenza fra il capoluogo emiliano e il terminal aeroportuale romano.

Frecciabianca – Confermati i due Frecciabianca tra Ravenna, Rimini e Roma. Otto Frecciabianca fra Milano, Venezia e la direttrice adriatica saranno progressivamente trasformati in Frecciargento nel corso del primo semestre del prossimo anno.

Treni RegionaliContinua con il nuovo orario invernale 2019-2020 la consegna dei nuovi treni regionali Rock e Pop. In Emilia – Romagna sono già 37 i nuovi convogli in circolazione per un totale di circa 180 corse giornaliere e circa 40mila persone trasportate: in media il 40% delle persone che utilizzano i treni regionali dell’Emilia – Romagna sale su treno nuovo. Prosegue anche l’inserimento dei treni Rock a servizio delle corse a maggiore frequentazione. Col nuovo orario il nuovo treno garantirà in particolare sei nuove corse molto utilizzate dai pendolari: due fra Parma e Bologna (partenza da Parma alle 7.17 e da Bologna alle 16.54), due fra Parma e Milano (partenza da Parma alle 18.18 e da Milano alle 16.15), un fra Bologna e Milano (partenza ore 7.00), oltre al treno Rimini – Ravenna – Bologna – Rimini (partenza da Rimini alle 5.20).

Concordate con Regione Emilia – Romagna – committente del servizio – anche alcune modifiche di offerta, in particolare sulla tratta Bologna – Milano. Fra queste il nuovo collegamento giornaliero Milano Centrale – Piacenza, con partenza alle 8.15 e arrivo a Piacenza alle 9.07 (con fermate a Milano Lambrate, Rogoredo e Lodi) e l’estensione ai venerdì di tutto l’anno, e non solo nel periodo estivo, del Regionale Bologna – Milano, in partenza dal capoluogo emiliano alle 18.50 e molto utilizzato anche da pendolari – lavoratori e studenti – del fine settimana.

Sarà poi prolungata l’offerta serale verso Milano,  a beneficio di chi si muove anche nel tempo libero, grazie al proseguimento fino a Porta Garibaldi (arrivo 21.20) del treno Rimini (16.40) – Piacenza (20.10), mentre sarà rafforzata in tutti i fine settimana l’offerta fra Milano e Pescara, prima destinata al solo periodo estivo. Si segnala che per vincoli infrastrutturali i treni 2116 e 2119 faranno servizio nella stazione di Milano Porta Garibaldi anziché Milano Centrale, mantenendo però sostanzialmente invariati gli orari nelle stazioni di Lambrate e Rogoredo e nel territorio emiliano.

Sulla linea Bologna – Ravenna si completa la reintroduzione della fermata di Godo concordata con Regione Emilia-Romagna, committente del servizio e Istituzioni Locali. 12 le nuove fermate per un totale di 36 e un’offerta lievemente superiore a quella di in vigore fino a dicembre 2018. Infine l’area metropolitana bolognese si arricchisce di una nuova fermata a Bologna San Vitale  alle 7.56, con arrivo a Bologna Centrale alle 8.02, incrementando l’offerta che in fascia pendolare si avvicina a quella di una metropolitana con in media un treno ogni 10 minuti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Filo_PC

    Luci io non ne vedo proprio, solo ombre nerissime. Faccio Piacenza – Bologna per lavoro circa 3 gg a settimana. A noi hanno tolto tutti i freccia bianca per il ritorno, in particolare quello delle 18,18. Rimangono solo i regionali, assurdo. E non si pensi che io sia l’unico piacentino ad andare in Bologna, siamo un discreto numero