Un contest letterario per raccontare fragilità e disabilità

Si è appena conclusa una settima ricca di momenti speciali grazie al festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità”, svoltosi in due momenti diversi: martedì sera, in biblioteca Passerini Landi, è andato in scena il confronto tra Francesco Messori e Daniele Cacia, accompagnati da Elena Becchi, scrittrice del libro “Mi chiamano Messi” edito da Aliberti, e Andrea Dossena; sabato, il secondo appuntamento ha preso vita invece con una lunga serie testimonianze, tra cui il mediometraggio di Francesco Lagi dal titolo “Zigulì”, presentato da Massimiliano Verga, l’autore del libro da cui è scaturito il film, insieme a Matteo Schianchi.

Un festival che ha portato con sé tante storie diverse provenienti da diverse parti d’Italia: da Correggio a Milano, da Genova da dove è arrivata l’esperienza dell’Associazione Fa.Di.Vi, a Monza dove è nato il concorso di poesia “Le parole per dirlo” arrivato a noi grazie a Simona Foletti. Un’iniziativa che Asp Città di Piacenza, ideatore dell’evento, e Officine Gutenberg, che materialmente gli ha dato vita, vorrebbero portare avanti anche l’anno prossimo.

festival incontri

Terminati gli incontri, sin da subito il festival è pronto però a riaccendersi con un concorso letterario che lo proietta idealmente già nel 2020. Il concorso, aperto a tutti, porta il nome di “Incontri ravvicinati di un diverso tipo” e chiede ai provetti scrittori di dare vita ad un testo di massimo di 10.000 battute in cui viene raccontato, oppure immaginato, il proprio contatto con il mondo della disabilità. I testi devono essere mandati entro il 31 marzo 2020 alla mail comunicazione@officinegutenberg.it., e successivamente saranno raccolti in un libro edito da Edizioni Officine Gutenberg.

Il festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità” è nato su ideazione di Asp Città di Piacenza nell’ambito delle attività di sensibilizzazione sul tema disabilità affidatele dal Comune di Piacenza. La realizzazione concreta è stata affidata a Officine Gutenberg. Si è percorsa la strada della collaborazione con tutte le realtà che si occupano di handicap a Piacenza e particolarmente significativo è risultato l’apporto dell’Associazione William Bottigelli Onlus e della Fondazione Pia Pozzoli “Dopo di noi” Onlus.

IL REGOLAMENTO DEL CONCORSO

Art. 1 – PROMOTORI – Nell’ambito del festival “Incontri. Lettura, scrittura e fragilità”, l’Asp di Piacenza in collaborazione con la casa editrice Officine Gutenberg, istituiscono il concorso per racconti a tema “Incontri ravvicinati di un diverso tipo”.

Art. 2 – PARTECIPANTI – Il concorso è aperto a tutti i soggetti che abbiano compiuto i 18 anni d’età.

Art. 3 – QUOTA D’ISCRIZIONE – La partecipazione al concorso è gratuita.

Art. 4 – ELABORATI – I partecipanti potranno presentare un solo elaborato di loro produzione, scritto in lingua italiana e rigorosamente inedito. La lunghezza dei testi non dovrà superare le 10.000 battute, compresi gli spazi.

Art. 5 – MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE – Il testo dovrà essere inviato in formato elettronico, allegato a una mail, nei formati .doc, .docx o .rtf, mentre è sconsigliato l’utilizzo del formato .pdf. Alla stessa mail dovrà essere allegata anche la scheda di partecipazione in calce a questo regolamento, debitamente compilata in tutti i suoi campi, pena l’esclusione dal concorso. L’oggetto della mail dovrà recare la seguente dicitura: “Incontri ravvicinati di un diverso tipo”. Il file dovrà riportare il titolo del racconto sia nella sua denominazione sia all’inizio del testo, ma non l’indicazione del nome dell’autore, che comparirà solo nella scheda di partecipazione, in modo che i racconti vengano trasmessi anonimi dalla segreteria ai giurati.

Art. 6 – SCADENZA – L’invio deve avvenire entro e non oltre il 31 marzo 2020. La mail va indirizzata a comunicazione@officinegutenberg.it. I testi pervenuti successivamente non verranno presi in considerazione.

Art. 7 – VALUTAZIONE – Tutti i lavori saranno sottoposti al giudizio di una giuria nominata dai promotori del concorso. La giuria determinerà una classifica basandosi sulla propria sensibilità artistica e umana, in considerazione della qualità dello scritto, dei valori dei contenuti, della forma espositiva e delle emozioni suscitate. Il giudizio della giuria sarà inappellabile e insindacabile.

Art. 8 – PREMIAZIONE – La proclamazione dei vincitori avrà luogo una volta terminati i lavori della giuria. Il tutto non oltre l’inizio della prossima estate.

Art. 10 – PUBBLICAZIONE – Tutti i racconti partecipanti verranno pubblicati in un’antologia distribuita sul territorio provinciale – canale libreria e canale edicola – dalla casa editrice Officine Gutenberg. Ogni partecipante avrà diritto a una copia omaggio e all’acquisto di ulteriori copie con lo sconto del 50% sul prezzo di copertina. Gli autori, per il fatto stesso di partecipare al concorso, cedono il diritto di pubblicazione ai promotori del concorso senza aver nulla a pretendere come diritto d’autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori. Resta inteso che giurati e organizzatori si riservano il diritto di escludere dalla pubblicazione qualsiasi testo che a loro insindacabile giudizio risulti lesivo di parti terze, offensivo per il pubblico decoro, incoerente con il tema del concorso o altro che rende la diffusione del testo non opportuno.

Art. 11 – PUBBLICITÀ – Il concorso e il suo esito saranno opportunamente pubblicizzati attraverso la stampa locale e i social media degli organizzatori.

Art. 12 – ALTRE NORME – La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale del presente regolamento, senza alcuna condizione o riserva. La mancanza di una sola delle condizioni che regolano la validità dell’iscrizione determina l’automatica esclusione dal concorso letterario.

Per informazioni rivolgersi a: comunicazione@officinegutenberg.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.