Un Piace che fa ben sperare, Rimini strapazzato

LOGGIONE BIANCOROSSO 2019-2020 Puntata 9 (Piacenza-Rimini)

loggione biancorosso

UN PIACE CHE FA BEN SPERARE, RIMINI STRAPAZZATO

Il Piacenza forse a Reggio Emilia ha ritrovato quella grinta e serenità perdute essenzialmente per via di chiacchiere e malintesi (nebbia per le nostre ambizioni). La prova del nove arriva con il Rimini, fanalino di coda, ben poca qualità ma contropiedi ficcanti, si espone alle sgroppate di Corradi e soci.

Il primo goal dopo diversi tentativi è del solito Papo goal (Paponi, ben 12 reti fin qui per lui) lesto a ribadire in rete un pallone arrivato in piena area riminese. Il primo tempo, dopo un palo degli uomini di Franzini, vola via. Ripresa ancora di marca biancorossa, ma senza premio immediato. Il raddoppio si fa attendere: arriva verso il quarto d’ora finale ad opera di una perla di Corradi. Il tris si materializza al calar del respiro del Rimini, Della Latta spolvera un destro fulminante che vuol dire rete numero tre. Gli spauracchi di un crollo di ambizioni sono forse scacciati, quale miglior prova nella tana del Sud Tirol degli ex Morosini e Romero?

IL BORSINO BIANCOROSSO:

TOP – Vogliamo sottolineare il fatto che pian piano stiamo tutti tirandoci fuori dal pantano in cui tutto l’ambiente si era cacciato alla vigilia della partita con il Carpi. Ci riferiamo al ritorno sugli spalti di casa di una parte della dirigenza (fin qui in disparte per vari motivi), ad una unione di intenti più corposa e finalmente il saluto della squadra sotto ai distinti. Questa squadra, questa società sono un patrimonio per tutti, per la città e per la sua gente. Dobbiamo cercare di riprendere fiducia a tutti i livelli. Piacenza non può stare senza Piace.

FLOP – Il pubblico. Dopo una prestazione convincente contro la Reggiana sinceramente ci saremmo aspettati un po’ più spettatori per la partita col Rimini. Ma si sa, la maggior parte della gente di stadio piacentina d’inverno cade in un letargo ingiustificato preferendo ambienti caldi, centri commerciali, divani di casa con lo streaming penoso e lento dei vari portali di sport. E’ sempre stato così, facciamocene una ragione, anzi no, diamoci una mossa.

Alla prossima, cuori biancorossi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.