Analisi del comportamento applicata, al via la nona edizione del master Tice foto

Il Master ABA, ovvero Analisi del comportamento applicata, è frutto della collaborazione tra la cooperativa TICE di Piacenza e l’Università degli Studi di Parma, a testimonianza del proficuo incontro tra mondo dell’impresa e studi accademici.

Sabato 25 gennaio, la sede di Piacenza di Legacoop Emilia Ovest, ha ospitato l’apertura della nona edizione del percorso che forma psicologi e dottori in psicologia all’utilizzo di strategie e metodologie evidence-based, in grado di promuovere benessere e salute in bambini, ragazzi e giovani adulti con bisogni educativi speciali. Il corso consente ai professionisti di sviluppare e supervisionare l’andamento di piani educativi, psico-educativi, psicologici e didattici personalizzati, integrando le conoscenze dell’analisi applicata del comportamento alle conoscenze di psicologia dello sviluppo e pedagogia e delle teorie cognitivo comportamentali.

Il Master, quindi, mette a disposizione strumenti concreti per l’insegnamento, la riabilitazione e la raccolta dati che unisce la scienza del comportamento applicata (ABA) ai principi della ricerca con percorsi comuni e percorsi specifici per ogni professionalità. I Centri di ricerca TICE rappresentano un laboratorio sperimentale per studenti post laurea, e il consolidato legame con l’Università degli Studi di Parma ha permesso di creare nuovi percorsi formativi, in grado di andare incontro al mutato contesto professionale e sociale, in cui pubblico e privato sociale sono chiamati a rispondere a esigenze sempre più specialistiche. Questa collaborazione consente inoltre di aprire a nuove opportunità di lavoro sul territorio, non ultimo in forma di startup con alto tasso di innovazione sociale.

“E’ un master universitario, quindi di qualità certificata” – dichiara Francesca Cavallini, presidente TICE – “coniuga formazione ed educazione all’imprenditorialità. Questo aspetto, insieme all’alto tasso di innovazione a livello di metodo, didattica e contenuti, è una delle peculiarità di questo progetto che alla nona edizione porta in aula 16 corsisti al secondo livello e 6 al primo”.

“Siamo orgogliosi di questa esperienza” – aggiunge Diego Adorni di Legacoop – “La cooperazione dimostra di essere all’avanguardia, grazie all’ideazione e costruzione di modelli di innovazione sociale avanzati, in grado di rispondere alle mutevoli esigenze delle comunità, con particolare riguardo alle persone più fragili. Si tratta inoltre di un ottimo incentivo all’imprenditorialità, alla nascita di nuove professionalità che possono esser sviluppate in startup cooperativa”.

Sono inoltre intervenute, Silvia Perini, primo Presidente del Master ABA nel 2011/12 e socia di TICE, e Paola Corsano, ordinario di Psicologia dello sviluppo, attuale presidente Master ABA.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.