Caffè e comizio sul Pubblico Passeggio per Salvini “Da lunedì al centro il lavoro e i dimenticati” foto

Dopo il comizio in piazza Cavalli nei giorni scorsi, Matteo Salvini è tornato a Piacenza.

Nella prima mattinata del 23 gennaio, il leader del Carroccio, dopo aver preso un caffè al bar Americano, ha incontrato la cittadinanza – presenti diverse centinaia di sostenitori – sul Pubblico Passeggio. Per l’occasione è stato allestito anche un piccolo palco dal quale Salvini, accompagnato dai candidati piacentini al consiglio regionale e da alcuni rappresentanti locali della Lega, ha tenuto un breve comizio.

“Ho sensazioni incredibili sia sulla città, che la provincia, la pianura e la montagna – ha commentato Salvini ai microfoni dei cronisti prima del discorso -. C’è voglia di lavoro ed infrastrutture. Sarà il voto emiliano, ma anche il voto di bocciatura per un Governo che a Roma fra tasse, burocrazia e manette se ne sta inventando di tutti i colori. Ho incontrato imprenditori che mi dicono ‘fate in fretta a tagliare la burocrazia, sia in Regione che a Roma, se non io chiudo e vado altrove’. Mettiamo al centro il lavoro e gli ultimi, i dimenticati: case popolari, disabili. Questo è l’obiettivo da lunedì”.

Poi  una battuta sulle dimissioni di Di Maio da capo politico dei 5 Stelle. “Non commento le scelte degli altri, evidentemente tra lui che si dimette e Zingaretti che dice che vuole sciogliere il Pd siamo davanti a un Governo senza senso. Parliamo di Emilia Romagna, di lavoro, di sostegno alle imprese agricole, di case popolari da sistemare, anche nel piacentino. Gli errori di Di Maio e Zingaretti non sta a me commentarli, lo stanno facendo gli imprenditori, i commercianti e gli artigiani del piacentino”.

E sul discusso “caso” dello spot della trasmissione “Porta a Porta”, trasmesso ieri sera su Rai 1 nell’intervallo della partita di Coppa Italia tra Juventus e Roma, che dal centro sinistra è stato visto come una pubblicità per Salvini, ha detto. “Sarebbe un curioso caso di occupazione della televisione pubblica da parte dell’opposizione. Ma secondo voi io controllo gli spot di “Porta a Porta” durante le partite? Siamo seri, hanno paura di andare a casa dopo 70 anni, li capisco. Per i prossimi 5 anni toccherà a noi”. E una volta sul palco il leader del Carroccio si è espresso anche sull’attuale ministro alle Infrastrutture e Trasporti, la piacentina Paola de Micheli. “Pensavo – le sue parole – che dopo Toninelli al ministero delle Infrastrutture sarebbe stato difficile far peggio, ma la De Micheli…Sta girando ovunque, è andata, in Calabria promettendo di tutto…”.

Salvini sul pubblico passeggio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.