Quantcast

Cappucciati (Lega) “Emulare Regione a guida Lega per una sanità efficiente”

“Il problema sanità è un tema sensibile a tutti noi ed è nostro impegno quello di cercare soluzioni che riescano a sopperire le mancanze di personale medico, in particolare quello specialistico, al quale andremo incontro nei prossimi anni anche in Emilia-Romagna”.

Così in una nota interviene Lorella Cappucciati, consigliere Lega al Comune di Piacenza e candidata Lega al consiglio regionale. “Secondo uno studio tra le figure professionali che mancheranno in una proiezione da qui al 2025, dopo Medicina d’emergenza e Pediatria, a soffrire di più saranno Medicina interna (-1828 specialisti nel 2025), anestesia e rianimazione (-1395), chirurgia generale (-1274), psichiatria (-932), malattie dell’apparato cardiovascolare (-709), ginecologia e ostetricia (-644), radiodiagnostica (-604) e ortopedia e traumatologia (-409)”.

“Inoltre, quello di geriatria, in un Paese e in una Regione che invecchia sempre più velocemente è opportuno essere in grado di curare a 360 gradi gli anziani che hanno più malattie contemporaneamente: con l’aumento della vita media cresce il numero di anziani e cresce, di pari passo, il numero di persone che hanno più di una malattia cronica. In questo, prenderei come esempio le altre regioni del nostro Paese a guida Lega come il Veneto, dove il governatore Zaia per far fronte alle carenze di organico ha annunciato l’assunzione e la formazione professionale di 500 laureati, da inserire da quest’anno nei pronto soccorso e nei reparti di medicina e geriatria”.

“Una proposta da prendere in seria considerazione anche in Emilia-Romagna, perché sono comunque persone abilitate per l’esercizio della professione – anche se non specializzati – ma possono andare a coprire i punti critici della sanità regionale e praticare al tempo stesso dell’esperienza sul campo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.