Quantcast

Everest, male l’Under 20 e l’Under 17. Unico squillo dall’Under 15

Più informazioni su

Everest Piacenza Pallanuoto, i risultati e la cronaca dell’ultimo turno delle squadre Under 20, Under 17 e Under 15

Under 20 (M, 2° fase – Gir.2) – Prestazione davvero sottotono per Piacenza che rimane per tutto l’incontro sotto nel punteggio e mostra poca incisività in attacco (male la circolazione di palla e la gestione delle superiorità) e poca lucidità in difesa (gestione dei falli); la situazione falli è preoccupante dal primo parziale ed al termine, pur non avendo perso giocatori per superamento del limite ne conta sei con due falli a carico.

Primo tempo: L’incontro inizia subito con una superiorità non concretizzata da Piacenza imitata per ben tre volte dalla formazione locale. E’ Malvicini che porta avanti per la prima ed unica volta i suoi siglando la prima rete: dopo aver commesso fallo in attacco, il centroboa piacentino è bravo a sfruttare la situazione caotica creatasi dal controfallo ed a realizzare con un tiro che passa sotto il braccio del portiere avversario.
Milano pareggia subito con Ronchetti che in superiorità, da posizione defilata incrocia a superare l’incolpevole Paradiso e dopo poco raddoppia con Almagioni. Nel finale di tempo arriva anche il terzo gol ancora di Ronchetti che realizza su rigore.

Secondo tempo: Il parziale inizia con una espulsione simultanea e prosegue con alcune opportunità fallite dai giovani piacentini che subiscono ripetutamente da Milano: quattro le reti dei milanesi, la prima di Redaelli ed a seguire tre consecutive di Ronchetti (l’ultima delle quali su rigore). Terzo tempo: Finalmente Piacenza riesce a sbloccarsi con due rigori consecutivi di Nani ma l’inerzia termina qui e Milano riallunga subito con un gol in superiorità a fine tempo. Quarto tempo: Redaelli realizza al volo e con la sua seconda segnatura conclude a nove le marcature complessive di Milano; Piacenza riesce solo nel finale a realizzare la sua quarta ed ultima con il capitano Nani.

Prossimo incontro il 9 febbraio alle ore 17:30 presso la piscina comunale Manara.

CUS Geas Milano- Everest Piacenza Pallanuoto 2018: 9-4 (3-1, 4-0, 1-2, 1-1)

CUS Geas Milano: Fiori, Almagioni (1), Redaelli (2), Ronchetti (5), De Benedictis, Mazzonetto (1), Catena, Vaiani, Pedrana, Grandinetti, Pettenuzzo, Lodovici, Signoretto; all. Arena

Everest Piacenza Pallanuoto 2018: Paradiso, Bertolini C., Vincenzi, Casella, Bertolini, A., Leoni, Nani (3), Anceschi, Malvicini (1), Bernazzani, Conti, Clini, Kamara; all. Fresia

superiorità: Milano 5/15 (1/4, 2/4, 1/4, 1/3), Piacenza 1/6 (0/1, 0/1, 0/1, 1/3)

rigori: Milano 2/2, Piacenza 2/2

– – – – –

Under 17 (M, 2^ fase – Girone 2) – A Piacenza è mancata la voglia di vincere. Infatti perde, giocando svogliatamente contro un avversario tecnicamente alla sua portata, ma mentalmente ben più motivato e reattivo, che ha il merito di intuire, collettivamente e a pochi minuti dal fischio d’inizio, che gli ospiti non credono quanto loro nella vittoria.

Così, per 4 tempi, Metanopoli punge con controfughe fulminee, a cui Piacenza reagisce con indolenza e con un metro di ritardo; e pressa in modo asfissiante, spegnendo le velleità di offesa degli ospiti sulla sirena del cambio palla. Piacenza mostra anche sprazzi di bel gioco, specialmente offensivo, ma senza continuità: non può bastare e, infatti, non basta. Più per cronaca che per rilevanza, si riporta che la vasca da 33 metri mette sempre a disagio chi è abituato ai 25. Nessuna giustificazione, naturalmente: la pallanuoto si gioca in 33 metri, i 25 metri sono una deroga.

Primo tempo (3-1): Trascorsi 2 minuti di studio, Metanopoli apre le marcature sfruttando la prima delle 15 superiorità concesse da Piacenza. Non può ripetersi dopo un minuto, grazie alla buona disposizione con uomo in meno degli ospiti, che si lasciano, però, bruciare in ripartenza dopo poco per il 2-0. Piacenza prova a riorganizzare mentalmente il collettivo, cerca e trova il suo capitano che, da centro boa, si procura un rigore indiscutibile; lo stesso Panelli lo sbaglia, ma si riscatta dopo pochi secondi segnando da centro boa, dopo un bel dribbling sul marcatore. In chiusura della frazione, Metanopoli riesce a sfruttare la superiorità e portarsi sul 3-1 sul suono della sirena.

Secondo tempo (4-3): Piacenza cerca di mantenere l’incontro in equilibrio, ma non dà l’impressione di crederci fino in fondo: costruisce in attacco 3 gol di pregevole fattura, con Passioni al volo su passaggio di Felsini, Biella con gran tiro da centro e Panelli su suggerimento di Bertolini C.; ma distrugge sulle ripartenze avversarie, che lasciano ben tre volte Zuccheri solo davanti alle ali milanesi.

Terzo tempo (5-1): Cala il sipario: Piacenza non si ritrova e incassa 2 gol in apertura di tempo ancora su due ripartenze avversarie, contrastate con poca o nessuna convinzione. E altri 3 in inferiorità. Unica consolazione prima della sirena, la marcatura di Panelli lasciato solo in attacco, per il parziale 12-5.

Quarto tempo (3-3): Il parziale del tempo dice solo che Metanopoli amministra il distacco cospicuo, colpendo con puntualità in ripartenza ad ogni marcatura di Piacenza, che segna con Biella, Panelli e Clini, per il finale 15-8.

Domenica 9 febbraio, presso la Piscina Comunale di Legnano alle ore 12:15, di nuovo in trasferta contro SG Sport Arese.

SD Metanopoli –  Piacenza Pallanuoto 2018  15-8 (3-1) (4-3) (5-1) (3-3)

SD Metanopoli: Corsini, Cavallini (2), De Marco, Lapenna (1), Caravita (4), Filiberti, Manzo (1), Montagnini (2), Giancola, Parolo, Bona (1), Landini (4)

Piacenza Pallanuoto 2018: Zuccheri (VK), Barbieri, Bertolini A., Bertolini C., Felsini, Clini (1), Conti, Panelli (K) (4), Guglielmetti, Citterio, Passioni (1), Biella (2), Finetti; all. De Lorenzi

Rigori: SD Metanopoli 0/0, Piacenza 0/2

Superiorità: SD Metanopoli 6/15, Piacenza 2/8

– – – – –

UNDER 15A, GIRONE B – Dopo un ottimo girone di qualificazione i giovani Under 15 della Piacenza Pallanuoto 2018 si trovano inseriti nel secondo girone del campionato insieme a squadre blasonate come Como, Bergamo, Pavia e Lodi. Il primo ostacolo da affrontare è il Como Nuoto 2, squadra composta dai ragazzi comaschi più giovani ma con un alto livello tecnico e fisico. I piacentini partono bene nel primo tempo, nel quale fanno valere maggiormente la loro forza fisica e la velocità sul nuoto. Biella segna in controfuga mentre Tonani gira più volte la palla dal centro battendo il giovane Mercatali in porta. Il Como trova il goal con una palombella dai 6 metri di Csiszard M. chiudendo il primo tempo 5-1 a favore dei padroni di casa.

Nel secondo tempo il Piacenza continua a macinare occasioni da goal ed il più bello arriva su uomo in più da Bruschi che tira al volo dopo lo schema chiamato dai compagni. Silva trova due goal dai 5 metri mentre il Como segna con Csiszard che batte Zuccheri su uomo in più da posizione defilata. Il terzo tempo è ancora a favore dei piacentini, che sfruttando sempre un ottimo Silva in difesa riescono a ripartire più volte portando Finetti ripetutamente a tu per tu con il portiere avversario. A 2 minuti dal termine del tempo il Piacenza trova ancora il goal su uomo in più con un’entrata sul palo di Mazzadi.

Nell’ultimo tempo il Como ha un po’ d’energia in più da sfruttare e prova a recuperare lo svantaggio trovando i goal con Castelli, Malnati e Csiszard, ma non basta; infatti Bekric e Marchesi in controfuga realizzano e chiudono il match sul 15-9 per i piacentini. Prossima partita l’8 febbraio contro l’altra squadra comasca Pallanuoto Como dove i piacentini dovranno lottare per portare a casa punti importanti per cercare di rimanere tra le prime squadre del girone.

Piacenza Pallanuoto – Como Nuoto 2 15-9 (5-1)(4-2)(3-1) (3-5)

Piacenza Pallanuoto: Zuccheri, Bruschi(1), Lucchi(1), Mondini, Marchesi(1), Molinari, Valente, Girani, Bekric(1), Biella(3), Tonani(3), Silva(3), Finetti(1), Sciaini, Mazzadi(1). All. Di Gianni Rocco

Como Nuoto 2: Mercatali, Rieroli, De Cono, Csiszard(1), Malnati(2), Csiszar M.(4), Jordan, Giudici, Lazeri, Malnati a., Castelli(2), Forloni, Fattori, Redaelli.

Arbitro: Proietti L.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.