Fiorenzuola, al Pavesi arriva la “cenerentola” Ciliverghe. Tabbiani “Vogliamo continuare a stupire”

Più informazioni su

Quella vissuta da parte del Fiorenzuola è stata una settimana davvero particolare in seguito alla vittoria importante e difficile ottenuta sul campo della Sammaurese per 1-2.

I rossoneri allenati da Tabbiani sono stati infatti bravi per la seconda volta consecutiva a ribaltare il risultato nella ripresa, in settimane costellate da mille peripezie. Gli infortuni in serie di Colantonio, Bruzzone, Bertolazzi, Cavalli e le squalifiche comminate a capitan Guglieri e a Carrara hanno dovuto fare ingegnare a lungo lo staff tecnico rossonero in vista della gara contro la Sammaurese. Si è giunti ad una soluzione che pochi avrebbero potuto pronosticare ad inizio stagione, con Boilini adattato al ruolo di terzino sinistro, Corbari centrale difensivo ed al suo fianco il debuttante classe 2002 Filippo Facchini, prodotto dell’Academy rossonera fin dalla Scuola Calcio ed autore di una prova di grande personalità.

A guardare semplicemente la classifica, con il Fiorenzuola che si presentava a San Mauro Pascoli con 19 punti di vantaggio sui padroni di casa guidati da Mister Protti, si poteva ipotizzare una gara in cui i valdardesi potessero partire favoriti; in realtà, in una sfida dove i rossoneri hanno schierato in distinta 14 under sui 20 disponibili, quella in Romagna può considerarsi una vera pietra miliare della stagione. I rossoneri stanno preparando la prossima sfida contro il Ciliverghe Calcio nonostante la spada di Damocle delle 3 giornate di squalifica inflitte a Michelangelo Amore per aver, secondo le motivazioni, ”colpito un giocatore avversario con un pugno”. Un altro colpo sul Fiorenzuola, che tuttavia arriva alla gara sulle ali dell’entusiasmo, forte di 41 punti in classifica (+5 sulla terza forza della classifica, la Correggese, e +8 sulle quarte, Mezzolara e Fanfulla) ed una media punti da oltre 2 punti/partita.

Mister Luca Tabbiani ha parlato così del momento rossonero: ”Vedendo i ragazzi tutti i giorni devo dire che abbiamo trovato un’identità e abbiamo creato un’alchimia importante tra giocatori, staff tecnico e società. I risultati non vengono mai a caso, non vengono solamente se si possiedono giocatori forti ma ci sono tante componenti, e qui a Fiorenzuola ci sono davvero tutte. Domenica non avremo Amore ma rientrerà Carrara, ma devo dire che con questo gruppo si affronta la settimana e si arriva alla domenica in modo sereno. Poi quello che succederà non si può sapere, ma dobbiamo essere fiduciosi e consapevoli che stiamo facendo qualcosa di straordinario”.

“Quello che mi stupisce di questa squadra è l’attenzione ai particolari che viene messa in settimana, l’armonia che c’è dentro il gruppo e la grande disponibilità fin dal primo giorno nei miei confronti e in quello del mio staff. Nella prossima gara incontriamo il Ciliverghe, una squadra che naviga nelle zone basse della classifica, ma che a mio parere ha in rosa grandissima qualità. Dobbiamo cercare di continuare ad andare avanti e dobbiamo voler stupire tutti fino alla fine della stagione”.

Il Ciliverghe arriva al Velodromo Pavesi con il dente avvelenato da quanto accaduto in settimana. Il Giudice Sportivo ha infatti accolto il ricorso da parte del Crema riguardante la sfida a CasaCili tra i bresciani ed i cremaschi, ordinando la ripetizione del match per ”errore tecnico da parte dell’arbitro” e togliendo i 3 punti ottenuti alla squadra di Carobbio. Con una partita in meno, quindi, il Ciliverghe è stato relegato all’ultima posizione in classifica, a quota 14 punti dopo 19 partite disputate. I gialloblu hanno finora segnato 21 reti, incassandone 36. La squadra di Carobbio, nonostante la posizione deficitaria in classifica, presenta – come detto da Mister Tabbiani – indubbie qualità, con Confalonieri, Franzoni e Mozzanica a guidare il van di pericolosità con cui i bresciani arrivano a Fiorenzuola. Il rientro dall’infortunio di De Angelis, altro attaccante di grande qualità per la categoria, mette ulteriore qualità nella faretra dello staff tecnico del Ciliverghe.

Nella partita di andata, il pirotecnico 2-2 finale a CasaCili fu frutto di una partita evidenziata da un evidente errore arbitrale in occasione dell’1-0 del Ciliverghe al 30′; allora, infatti, il tiro di Mozzanica dal limite venne deviato fortuitamente da Bruzzone, con il pallone che dopo la carambola riuscì ad arrivare tra i piedi di Franzoni, in fuorigioco di oltre 5 metri. Tra lo stranimento generale, il goal venne convalidato tra le grandi proteste rossonere.

La rimonta, l’ennesima, firmata da Bruzzone e Tognoni nel finale, consentì al Fiorenzuola di tornare con 1 punto in terra valdardese. Quella di domenica sarà un’altra sfida difficile per la squadra di Mister Tabbiani, che tuttavia vuole continuare a stupire; per farlo, la società chiama a raccolta tutti i sostenitori di fede rossonera. (nota stampa)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.