Grazie a Ferguson Assigeco piega Verona nel finale

Più informazioni su

Al termine di una partita tiratissima fino all’ultimo secondo, l’Assigeco Piacenza può tornare a sorridere con la vittoria per 83-81 contro la Tezenis Verona.

Una gara decisa nei secondi finali da uno sprazzo da campione di Jazz Ferguson che ha realizzato i 9 punti decisivi per il successo nell’ultimo minuto. 25 punti anche per un super Hall che ha catturato anche 16 rimbalzi.

LA CRONACA – Parte molto bene l’Assigeco e con tre triple di Ferguson e una di Hall si porta avanti sul 15-6 con Diana che ferma per la prima volta la partita. Ceccarelli trova un buonissimo impatto anche da capitan Ihedioha che scrive il 19-9. Verona è però una squadra molto esperta e che non è avvezza a mollare la presa: i veneti cercano di abbassare i ritmi, costringendo l’Assigeco a faticare con Candussi che li riporta a -5 (33-28). Dopo uno sprazzo clamoroso di Hall, si va all’intervallo lungo sul 47-40 per l’Assigeco.

Nel secondo tempo, però, la partita cambia: Verona alza la voce in difesa e Prandin mette la museruola a Ferguson. Loschi segna cinque punti consecutivi e gli ospiti provano una mini fuga (62-68). Qui Piacenza è abile a restare in partita poggiandosi sulle spalle di Hall che chiude con 10/16 dal campo una partita molto intensa.

A decidere una gara equilibrata è spesso il guizzo di un campione: dopo due quarti di sostanziale assenza, Ferguson sale in cattedra e mette i 9 punti che fanno vedere all’Assigeco lo striscione del traguardo. A 5″ scarsi dalla sirena con due punti di vantaggio per Piacenza, Jones sceglie di sbagliare appositamente il secondo tiro libero a sua disposizione: Rosselli cattura il rimbalzo, ma per due volte non riesce a realizzare il canestro che avrebbe portato la partita al supplementare.

MOMENTO CHIAVE –  I 9 punti consecutivi con cui Jazz Ferguson ha chiuso la partita. Dopo due quarti di sofferenza totale, senza trovare la via del canestro, il grande ex della partita ha deciso il match con una tripla impressionante ed il canestro del +3 praticamente fuori dal campo.

PROTAGONISTI BIANCOROSSOBLU – Mike Hall sente la sfida diretta contro un altro veterano come Bobby Jones chiudendo a 25 punti con 5/8 da tre aggiungendo alla sua straordinaria prestazione anche 16 rimbalzi (38 di valutazione totale per l’ex Olimpia). Ferguson firma 20 punti con 7/13 dal campo e 4/6 dai 6.75 chiudendo con 19 di valutazione. Ottima prova anche per il capitano Francesco Ihedioha che oltre alla solita competente difesa aggiunge 13 punti con il 63% dal campo.

CURIOSITA’ STATISTICHE – Nonostante l’ennesima prova opaca ai liberi (11/16), l’Assigeco deve la sua vittoria all’ottima prestazione da oltre la linea dei tre punti: i biancorossoblu chiudono con il 44% (12/27) a cui aggiungono un buonissimo 56% da 2 punti (14/25). Verona sbaglia solamente due liberi (21/23 fra cui l’ultimo di Jones tirato volontariamente sul ferro) ma paga l’8/28 da tre dei suoi cecchini: Hasbrouck in particolare si dimostra in serata storta e finisce con 0/5 dalla distanza.

PROSSIMA AVVERSARIA – Feli Pharma Ferrara, domenica 2 febbraio alle ore 12, all’MF Palace di Ferrara.

ASSIGECO PIACENZA – TEZENIS VERONA 83-81

(29-21, 18-19, 13-23, 23-18)

Piacenza: Ferraro, Ferguson 20, Molinaro 8, Rota, Gasparin 8, Piccoli 2, Ihedioha 13, Cremaschi ne, Santiangeli 7, Hall 25, Jelic ne. All. Ceccarelli.

Verona: Beghini ne, Tomassini 6, Loschi 10, Candussi 2, Jones 25, Prandin 4, Rosselli 18, Udom 8, Morgillo ne, Hasbrouck 8. All. Diana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.