Identità digitale, in Provincia nuovo sportello SPID

A partire da martedì 14 gennaio, la Provincia di Piacenza, “nell’ottica di fornire massima collaborazione alla Regione”, offre l’opportunità ai cittadini di rivolgersi presso il proprio sportello dedicato per ottenere gratuitamente, previo appuntamento online, un’identità SPID grazie al nuovo servizio LepidaID.

SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale che permette a cittadini e imprese di accedere direttamente ai servizi online di Pubbliche Amministrazioni e Privati che hanno aderito al sistema SPID. “La diffusione dell’utilizzo di “SPID”, il “Sistema Pubblico di Identità Digitale”, – sottolineano dall’Ente di via Garibaldi – è di fondamentale importanza per facilitare ed estendere la fruizione dei servizi online della Pubblica Amministrazione ed è quindi uno degli obiettivi al centro dell’agenda digitale del nostro Paese. Per ottenere tutte le informazioni e iscriversi occorre collegarsi al sito dedicato di Lepida”.

Il servizio offerto tramite lo sportello della Provincia di Piacenza è dedicato a coloro che non possono autonomamente concludere il procedimento di registrazione online in quanto non in possesso di una firma digitale e/o non in grado di utilizzare il codice consegnato al cittadino in occasione del rilascio della Carta di Identità Elettronica. Una volta effettuata la preregistrazione è necessario fissare appuntamento online presso lo sportello SPID provinciale, attraverso la pagina dedicata cliccando qui. Al termine della procedura di prenotazione verrà inviata un’email di conferma alla casella di posta elettronica indicata con ulteriori indicazioni.

Lo sportello provinciale è aperto Lunedì e Giovedì dalle ore 10 alle ore 13 presso il palazzo della Provincia in Corso Garibaldi, n. 50. Tutte le informazioni sulla sezione dedicata del sito istituzionale della Provincia di Piacenza al link https://www.provincia.pc.it/pagina.php?IDpag=299&idbox=39&idvocebox=323. I requisiti base che il cittadino deve possedere per procedere sono: una mail personale; un cellulare; un documento d’identità valido; la tessera sanitaria.

“Un altro passo per semplificare l’accesso dei cittadini ai servizi della pubblica amministrazione digitale – commenta il Presidente Barbieri. Attraverso un’unica identità digitale, sicura e protetta, sarà possibile accedere ai servizi di Comune, Provincia, Regione e Ministero, evitando spostamenti e inutili code. I cittadini sono al centro dell’azione amministrativa e godono dei diritti di cittadinanza digitale e, a loro tutela, nascono strumenti adeguati. In questo modo la pubblica amministrazione semplifica i rapporti tra cittadini, imprese e Pa incentivando l’utilizzo dei servizi digitali in sicurezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.