Investire, anche piccole somme, è possibile: le migliori soluzioni per il 2020

Più informazioni su

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori, molto spesso di giovane età. Tutta colpa del precariato e della disoccupazione, fattori che impediscono un serio investimento, oltre ai rischi, sempre presenti in temi di finanza.  Chi oggi ha una età compresa tra i 18 e i 35 anni è avvezzo al risparmio su conto corrente o conti deposito ma i rendimenti di queste soluzioni sono piuttosto bassi e i costi, invece, alti, quasi vanificanti del guadagno. L’inflazione, per giunta, è sempre dietro l’angolo.  La notizia, molto positiva in questo senso, è che la cultura del risparmio è ancora molto diffusa in Italia e secondo i dati forniti dalla Fondazione Einaudi il 90% degli intervistati, in età compresa tra i 18 e i 34 anni, continua a riempire il salvadanaio.  Il primo passo, insomma, è risparmiare.

Anche piccoli investimenti mensili possono, nel tempo, fruttare per un futuro finanziario stabile e gettare le basi per l’acquisto di una casa, crescere un figlio o semplicemente per tutelarsi in vista di una futura pensione, oggi in Italia sempre più un vantaggio per pochi e un miraggio per molti, soprattutto le future generazioni. I soldi sono sempre più “piccoli”, a maggior ragione nelle tasche di un giovane, che ha bisogno di vedere razionalizzati i propri flussi in entrata e in uscita, cosa che è necessaria per la gestione di un risparmio. Si pensi ad una azienda, che vede praticamente impossibile controllare una situazione senza contabilizzare entrate ed uscite in tabella. Ecco, un giovane o comunque un risparmiatore, deve fare gli stessi conti. Rendersi conto di questo processo è il primo passo da fare, anche per capire dove si possono effettuare dei tagli e dove invece si possono ottimizzare le uscite. Un qualcosa di quantomai complicato, soprattutto sulla relazione da impostare col trend della propria vita quotidiana e il budget che si ha a disposizione ma molto spesso è un procedimento naturale. Oggi, fortunatamente, esistono centinaia di strumenti che facilitano il percorso di investimento e rendono possibile un monitoraggio delle proprie uscite in tempo reale. Necessario è però trovare una strategia.

La premessa logica, secondo uno studio Moneyfarm su come i giovani possono investire nel 2020, è quella di individuare il risparmio e impostare un capitale, anche piccolo, di partenza. Tra gli strumenti oggi più gettonati c’è l’organizzazione di un PAC (Piano d’accumulo del capitale) che consente di accrescere i propri investimenti con versamenti ricorrenti. Una soluzione flessibile per una cifra anche alta. E conveniente per un neofita del mondo della finanza. Oggi, inoltre, è possibile anche una accurata gestione del patrimonio, un tempo dedicati ai detentori di grandi capitali, ed oggi alla portata anche di chiunque decida di fare piccoli investimenti. C’è da tenere a mente che investire non vuol dire lanciarsi in borsa e mettersi nelle acque dei mercati. Esistono centinaia di altri strumenti, tra cui gli ETF, un ottimo viatico per il contenimento dei rischi tramite la diversificazione. SI tratta di veri e propri panieri di titoli, il cui andamento è legato a quello di un altro indice come una piazza borsistica o una materia prima. Oggi aprire una Gestione Patrimoniale in ETF consente due soluzioni: diversificare l’investimento e ridurre i costi rispetto ad altre soluzioni. Va da sé che, coi costi, si riducano anche i rischi. Per chi desidera investire a lungo termine, queste sono condizioni perfette: con gli ETF, infatti, a lungo termine, si sfrutta al meglio l’andamento quotidiano delle borse.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.