“Oltre le nuvole”, musica per ricordare in un concerto benefico alla Galleria Alberoni

Ancora un appuntamento alla Galleria Alberoni di Piacenza per celebrare il Giorno della Memoria e, al contempo, altre due significative ricorrenze legate ad altrettanti straordinari compositori e musicisti, in un evento che vedrà la musica protagonista del ricordo.

Sabato 25 gennaio alle ore 21, nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi, va infatti in scena “Oltre le nuvole. Musica per ricordare”, concerto ideato e diretto da Patrizia Bernelich, in occasione della Giornata della Memoria, che ricorderà anche la nascita di Wolfang Amadeus Mozart e la morte di Giuseppe Verdi. Il 27 gennaio di ogni anno è infatti un giorno speciale poiché concentra in sé numerose e importanti ricorrenze. In quel giorno, nel 1756, nacque Wolfang Amadeus Mozart; nella stessa giornata, nel 1901, morì Giuseppe Verdi; ogni anno il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria per ricordare le vittime dell’Olocausto.

I protagonisti – Il concerto di sabato 25 gennaio, che vuole pertanto essere un viaggio in musica attraverso la storia, per ricordare questi importanti anniversari, vedrà protagonista ben tre significative compagini musicali: il Coro Consonanze di Piacenza, il Coro Ponchielli Vertova di Cremona e 2020 Piacenza Ensemble. Direttore Patrizia Bernelich, con Dora Sorrentino, soprano, Giuseppe Tomasoni, baritono, Umberto Abenaim voce narrante. L’iniziativa è promossa da: Opera Pia Alberoni, Associazione Coro Consonanze e Coro Ponchielli Vertova.

Un ulteriore ricordo accompagna e anima il concerto di sabato 25 gennaio, il cui ricavato sarà infatti devoluto a favore dell’Associazione Edoardo Lusardi – Il ritmo del Cuore, nata per ricordare Edoardo Lusardi giovane musicista prematuramente scomparso. L’associazione è nata per sostenere la diffusione della conoscenza della musica e della cultura musicale presso il mondo giovanile del territorio. L’Associazione intende infatti raccogliere fondi da destinare ai quei giovani che vogliono intraprendere un percorso musicale ma che non hanno le possibilità economiche per farlo. Edo era un musicista. Iscritto al Conservatorio, studiava percussioni e suonava nei Sax Symbols. Studiava medicina a Milano ed era attivo in diverse realtà associative.

Il programma musicale

A. MOZART, Eine Kleine Nachtmusik

Ensemble

A. MOZART, Ave Verum K 618

Coro

A.VIVALDI, Gloria

Coro

W.A.MOZART, Laudate Dominum

Soprano e Coro

F. HAENDEL, Alleluja

Coro

FAURE’, dal Requiem op. 48

Pie Jesu soprano, Libera me, baritono e coro; In Paradisum, coro

VERDI, Te Lodiamo da “I Lombardi alla prima crociata”

Letture a cura di Umberto Abenaim

Coro Consonanze Piacenza – L’Associazione Artistica Coro Consonanze di Piacenza viene fondata nel 2018. Persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. Organizza attività culturali e artistiche di interesse sociale, promozione e diffusione della cultura. Promuove il patrimonio culturale corale, inteso come strumento di crescita, e scambi culturali con associazioni aventi finalità affini e scuole di ogni ordine e grado. Favorisce la crescita sul piano umano, oltre a quello culturale, organizzando iniziative di studio, ricerca, formazione e aggiornamento. L’associazione pone le sue fondamenta nell’attività del Coro Consonanze di Piacenza.

Il Coro Consonanze, Ensemble di voci femminili di Piacenza, nasce dal desiderio di ‘dar voce’ al sentire femminile, fatto di ricerca, impegno, dedizione e gioia. Nasce per un’esperienza di condivisione di valori formativi e di crescita del gruppo. Il percorso formativo si sviluppa attraverso un repertorio eclettico che va dal genere colto a quello di fruizione più immediata. “Consonanze” spesso si unisce al Coro Ponchielli Vertova di Cremona, con la direzione di Patrizia Bernelich, per collaborare ad un repertorio di ampio respiri lirico sinfonico. Questa soluzione fa della versatilità il punto di forza dell’Ensemble Corale perché mette in rilievo un aspetto fondamentale che lo rende attrattivo all’attenzione del pubblico: la capacità di comunicare EMOZIONI. “E’ una realtà musicale creativa e versatile del territorio: il direttore è Patrizia Bernelich.

Il Coro Ponchielli-Vertova – Il Coro Lirico Ponchielli-Vertova nasce nel 1989 dalla fusione delle due corali Ottorino Vertova ed Amilcare Ponchielli e nel pieno rispetto della sua denominazione persegue, quale scopo principale, lo studio e l’esecuzione di brani specificatamente operistici, contribuendo a mantenere viva la tradizione operistica Italiana fra il pubblico. Ciò ha consentito lo sviluppo di un ricco e vario repertorio, continuamente arricchito dallo studio di nuovi brani dei massimi autori (Verdi, Puccini, Donizetti, Ponchielli, Mascagni, Bellini, Rossini) e di opere liriche complete (tra le quali Nabucco, Lucia di Lammermoor, La Gioconda, La Traviata, L’Elisir D’Amore, La Boheme, Il Trovatore, Norma, La Forza del Destino) rappresentate sia in forma di spettacolo che in forma di concerto.

Il Coro, che attualmente si compone di circa 70 elementi, svolge principalmente la propria attività sia in ambito provinciale che regionale ma è pronto, come già avvenuto, a toccare mete più lontane e prestigiose. Dal marzo 2004 con l’inizio della nuova direzione del M° Patrizia Bernelich, il Coro amplia sempre più le proprie conoscenze e ottiene rilevanti successi in prestigiosi concerti con solisti importanti quali quelli con la soprano Dimitra Theodossiou, avvenuto al teatro Ponchielli di Cremona, nel novembre 2006 o quello con il basso Michele Pertusi, avvenuto al teatro Verdi di Busseto nell’aprile 2008. La collaborazione con le Orchestre “Filarmonia Mantovana” e “Filarmonica di Piacenza” ha permesso al Coro di eseguire due autorevoli concerti nell’auditorium della Banca Popolare di Lodi in Lodi avvenuti rispettivamente nel febbraio 2007 e 2008.

Lo studio di nuove opere ha permesso al Coro di incidere per la Casa Discografica “Bongiovanni” di Bologna, due diversi CD di rare opere di Amilcare Ponchielli: “I Mori di Valenza” (non più rappresentata dal 1915) nel febbraio 2007 e “Il Figliol Prodigo” nel marzo 2008. Nell’estate del 2008 ha sostenuto la parte corale nell’opera “Le Villi” di G.Puccini realizzata nel cortile di Palazzo Farnese a Piacenza, mentre nel 2009 ha sostenuto la parte corale nelle opere: “Elisir d’Amore” di G.Donizetti, “Lucia di Lammermoor” di G.Donizetti, realizzata sempre a Piacenza, “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni, tra gli interpreti Ambrogio Maestri nel ruolo di Alfio, “Tosca” di G. Puccini. Esegue, in piccoli tour presso castelli antichi, la Traviata di Verdi.

Nel 2010 il Coro esegue i Carmina Burana di C. Orff a Cremona, per il Festival di Mezza Estate e a Piacenza al Teatro Municipale, riscuotendo grandi consensi di pubblico e critica, collaborando con l’Orchestra dei Colli Morenici. Nel 2011 è invitato a celebrare il 150° dell’ Unita’ d’Italia in prestigiosi concerti presso Teatri e luoghi significativi per l’evento nazionale. Nel Settembre 2012 ha eseguito la Messa da Requiem di G. Verdi nella Cattedrale, a Cremona, alla presenza di 2.500 persone. L’evento è stato registrato e trasmesso da emittenti televisive. Nell’aprile del 2013 sempre in cattedrale, a Cremona, viene registrata l’esecuzione del Requiem di G. Faurè. Il 2013 è dedicato all’approfondimento del repertorio verdiano e l’esecuzione di numerosi concerti volti alla divulgazione e dei capolavori musicali del maestro e del suo impegno nel sociale.

Lo studio continua con la giovanile Messa Solenne eseguita, e mandata in onda da emittenti televisive, nella chiesa di S. Agostino, a Cremona. Il concerto viene replicato a Roncole Verdi, nella chiesa di S. Michele Arcangelo, durante una 3 giorni di convegni, dedicata al repertorio sacro del Maestro. Il 10 ottobre, festeggiamento della nascita, il Coro esegue un Concerto Spettacolo al Museo Civico Ala Ponzone, a Cremona. Il 2014 si apre all’insegna della proiezione del Requiem registrato dal coro in cattedrale (26 gennaio). Il concerto a CASA VERDI a Milano, 23 febbraio 2014, corona un anno di intensa attivita’ e l’esecuzione di Macbeth (1 e 3 marzo ) a Piacenza nella Sala dei Teatini, coadiuvati dagli attori della Filodrammatica Piacentina per la regia di Lorenzo Loris, evidenzia la versatilita’ del coro. Numerosi i concerti e le realizzazioni anche negli anni successivi.

2020 Piacenza Ensemble – 2020 Piacenza Ensemble è un gruppo strumentale nato nel 2020 e formato da musicisti professionisti piacentini o legati all’attività culturale piacentina. L’ensemble è stata promossa e fondata da Patrizia Bernelich. Nel concerto in programma sabato 25 gennaio l’ensemble sarà composta da 9 musicisti.

Patrizia Bernelich – Direttore d’orchestra, di coro e pianista. Dopo essersi diplomata in pianoforte al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma con lode e dopo aver frequentato corsi di perfezionamento tecnico e interpretazione pianistica, con V. Vitale e C. Bruno, inizia l’attività concertistica in Italia e all’estero. L’esperienza teatrale è assimilata collaborando con il Teatro Municipale di Piacenza, la Fondazione “A. Toscanini” di Parma, la Fondazione “A. Ponchielli” di Cremona, nell’allestimento di numerose opere liriche (oltre 50 titoli da Verdi a Rossini, da Mascagni a Leoncavallo, da Wagner a Puccini, da Mozart a Bizet, etc). Ha suonato a Lugano, Ginevra, Zurigo, Monaco di Baviera, Parigi, Bellinzona, Rejkjavik, Berlino. Ha studiato direzione d’orchestra con il maestro Fabrizio Dorsi. Dal 2004 dirige il Coro Lirico “Ponchielli Vertova” con il quale svolge intensa attività di divulgazione del repertorio lirico di tradizione; dal 2006 anche il Coro Filarmonico di Piacenza. Ha diretto numerosi concerti lirico-sinfonici e opere liriche quali Cavalleria Rusticana di Mascagni, Le Villi di Puccini, La Traviata, Macbeth e Oberto conte di San Bonifacio di Verdi, Lucia di Lammermoor di Donizetti. Nel 2010 ha diretto Carmina Burana di C. Orff a Cremona (Festival di mezza estate) e a Piacenza al Teatro Municipale.

Nel 2012 dirige Petite Messe Solennelle di G. Rossini a Piacenza nella prestigiosa Sala dei Teatini. Nel settembre 2012, presente un pubblico di 2.500 persone, ha diretto la Messa da Requiem di G. Verdi nel Duomo di Cremona, replicata in ottobre a Pavia per il Festival Ultrapadum. È di aprile 2013 una suggestiva esecuzione del Requiem di Fauré sempre a Cremona. Nel corso dell’Anno Verdiano, nell’ambito dei numerosi concerti, ha proposto programmi divulgativi dell’intera produzione del compositore, tra cui la Messa Solenne (giovanile) curata da Dino Rizzo. Significativi i concerti a Roncole Verdi, e alla Casa di Riposo di Milano fatta costruire dal Maestro. Realizza, in collaborazione con Società’ Filodrammatiche, spettacoli di alto valore artistico unendo Prosa e Musica: MACBETH di Verdi e ORFEO ALLINFERNO di J. Offenbach per la regia del pluripremiato Lorenzo Loris. Numerosi sono i concerti tenuti presso il Teatro Ponchielli di Cremona.

 Nel luglio 2014 ha diretto La Bohème di Puccini a Crema. Varie esecuzioni di Missa Criolla di A. Ramirez.  Nel 2015 dirige più’ volte l’operina didascalica Piazza della Musica di Teresa Procaccini e la Nona Sinfonia op.125 in re min. di L. van Beethoven. Concerti dedicati alla ricorrenza della Grande Guerra. Nel 2016, presso il teatro di Fidenza, con l’Orchestra Carlo Coccia di Novara, dirige, con particolare riscontro di pubblico, la Sinfonia “Incompiuta ” di F. Schubert e la Sinfonia  “Dal Nuovo Mondo “di A. Dvorak. Ancora La Boheme e Cavalleria Rusticana al teatro President, a Piacenza, in collaborazione di Famiglia Piasinteina e Fondazione Piacenza e Vigevano. Annovera, nella sua esperienza pianistica, collaborazioni con artisti prestigiosi, quali Christoph Hartmann, oboe Berliner Philarmoniker, e con i colleghi di Conservatorio Mozzoni, Pedretti, Polloni, Felici, insieme ai quali ha costituito un quintetto a fiati di riconosciuto spessore artistico. Nel 2011 ha fondato  l’Ensemble Armonico, composto da eccellenze strumentali di Piacenza e Cremona: versatilità’ e capacità’ di comunicare emozioni sono i punti di forza a cui il direttore Patrizia Bernelich ha inteso affidarsi.

Ha inciso per Bottega Discantica e Bongiovanni. È titolare della cattedra di Pianoforte principale al Conservatorio “G. Nicolini di Piacenza. Collabora con Associazioni Culturali in qualità’ di Consulente Artistico e ideatrice di spettacoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.