Un brutto Piacenza non va oltre lo 0-0 con l’Arzignano: fischi a fine gara COMMENTO foto

Più informazioni su

Ci si aspettava un riscatto dopo la prova negativa contro la Triestina, ma il Piacenza stecca ancora e non va oltre lo 0-0 casalingo davanti all’Arzignano che testimonia tutte le difficoltà di questo inizio 2020.

Una prova incolore quella dei biancorossi, nel contesto di un match tecnicamente modesto e avaro di occasioni. Una squadra apparsa spenta e incapace di creare pericoli, anche dopo i cambi e le modifiche tattiche operate da Franzini nella ripresa. Così non va, serve un rapido cambio di rotta.

LA PARTITA – Diverse novità in casa Piacenza rispetto all’undici sceso in campo lunedì sera. Fra i pali fa il suo esordio Mazzini, in mediana Franzini rilancia dal primo minuto Nicco insieme a Marotta e Della Latta, con quest’ultimo che fa posto a Borri in difesa. In avanti è Sestu a far coppia con Paponi, Polidori parte invece dalla panchina.

L’Arzignano inizia senza timori e con buon piglio, e già al 5’ va vicino al vantaggio: Della Latta perde palla a centrocampo, Flores Heatley si invola ma viene fermato in area dall’uscita di Mazzini, l’azione prosegue e sull’acrobazia di Calcagni Della Latta si fa perdonare l’errore precedente andando a respingere sulla linea. La risposta del Piacenza è affidata a Sestu, che prima approfitta di un errore di Bonalumi poi temporeggia e alla fine calcia debolmente verso Tosi. Sembra il preludio a una gara divertente, ma da quel momento i taccuini dei cronisti rimarranno desolatamente vuoti; il match si accende solo al 23’ per un presunto tocco di mano in area che fa scattare le proteste dei biancorossi. In mezzo una lunga serie di errori da una parte e dall’altra: si va così al riposo con l’immagine di un Piacenza spento e incapace di creare pericoli, con il terminale Paponi mai innescato.

Non ci sono cambi al rientro dagli spogliatoi e anche in campo la musica è la stessa. Prova a guadagnare qualche metro il Piacenza, ma si vede solo con un’azione personale di Della Latta conclusa con un tiro di poco a lato. Dopo 20 minuti Franzini cambia e inserisce Nannini e Polidori per Imperiale e Milesi, passando alle tre punte. L’occasione giusta capita però a venti minuti dalla fine sui piedi di Nicco, ma il centrocampista, liberato in area da un bel tocco di Polidori, spara altissimo da ottima posizione. Dentro anche Corradi, la gara scivola senza sussulti e il Piacenza finisce anche in dieci uomini per l’espulsione di Della Latta (doppio giallo). E a fine gara sono fischi dagli spalti, con il tecnico nel mirino dei tifosi.

Il campionato prosegue senza sosta, domenica si torna in campo e il calendario propone l’insidiosa trasferta a domicilio della Fermana che in questo momento appare ancora più complicata.

POCHI GOL, TANTA CONFUSIONE. SERVONO CALMA E SERENITA’ – Il COMMENTO di Luigi Carini – Anche contro il modesto Arzignano il Piacenza di Franzini conferma una impressionante sterilità offensiva. Nelle ultime tre partite un solo gol (su rigore) e tanta, tanta confusione. 
Non si trovano soluzioni per superare questo limite in attacco, sia per mancanza di attaccanti autentici, sia per schemi di gioco che prevedono la conclusione dell’azione sempre e solo con i cross provenienti dal fondo che cadono sempre ed inesorabilmente nel vuoto. Perché non si cerca invece di costruire l’azione occupando meglio gli spazi sulla trequarti?


Franzini ha provato ancora soluzioni diverse di gioco cambiando i centrocampisti (dentro Nicco e Sestu e Corradi e Polidori in panchina), ma i risultati sono stati ancora una volta deludenti; anzi, si è corso anche qualche rischio di troppo, tanto che il pareggio si può, tutto sommato, considerare giusto.
 E’ obiettivamente difficile indicare le soluzioni. Cambiare modulo? Operare qualche ricambio sfruttando l’opportunità offerta dal mercato?
 Ogni soluzione può essere quella giusta, ma occorre, innanzitutto, che i giocatori alzino la qualità del loro rendimento. In troppi si portano in avanti ad aspettare il lancio; troppi giocatori sono davanti alla linea della palla favorendo, in tal modo, la squadra che si difende. Si individuino due o tre centrocampisti ed attorno a loro si costruiscano nuovi modelli di gioco.


La posizione di classifica concede tempo alla formazione biancorossa che, non potendo più aspirare alla promozione diretta o alle prime quattro posizioni, potrebbe pensare di ricostruire una squadra con vista play-off. 
Intanto il 2020 non ha ancora dato ai tifosi biancorossi la soddisfazione di una vittoria e tra di loro scorre un certo nervosismo che potrebbe influire sulle decisioni della società.
 A nostro avviso occorre soltanto un po’ di calma e serenità; il tempo potrebbe lavorare in senso positivo.


PIACENZA – ARZIGNANO VALCHIAMPO 0-0

PIACENZA: Mazzini, Imperiale (dal 67’ Nannini), Pergreffi, Borri, Sestu, Nicco (dal 78’ Corradi), Zappella, Marotta, Milesi (dal 67’ Polidori), Della Latta, Paponi. In panchina: Bertozzi, Ansaldi, Sylla, Cattaneo, Franchini, Bolis, Castellana, Scotti. Allenatore: Franzini.

ARZIGNANO VALCHIAMPO: Tosi, Pasqualoni, Maldonado, Balestrero, Perretta, Tazza, Flores Heatley (dal 69’ Rocco), Piccioni (dal 83’ Cais), Bonalumi, Lo Porto, Calcagni (dal 84’ Hoxha). In panchina: Faccioli, Amatori, Barzaghi, Bigolin. Allenatore: Colombo.

ARBITRO: Scatena di Avezzano (assistenti Ravera di Lodi e Moroni di Treviglio)

Espulsi: Della Latta (Piacenza) per somma di ammonizioni

Ammoniti: Pergreffi (Piacenza)

Recupero: 0’+4’

LA CRONACA

94′ – Triplice fischio: 0-0 tra Piacenza e Arzignano

90′ – Quattro di recupero

86′ – Balestrero ci prova da lontano, conclusione fuori misura

85′ – Della Latta si fa scippare il pallone da Cais e lo trattiene: secondo giallo e Piacenza in dieci

82′ – Doppi0 cambio per l’Arzignano: Cais e Hoxha prendono il posto di Piccioni e Calcagni

78′ – Polidori di testa, il pallone si impenna e Tosi lo mette in corner

77′ – Nel Piacenza dentro Corradi per Nicco

75′ – Cartellino giallo per Della Latta

72′ – Conclusione di Rocco, Mazzini alza sopra la traversa

71′ – Occasione Piacenza: Nicco liberato in area da un bel tocco di Polidori calcia alto da ottima posizione

70′ – Conclusione improvvisa di Perretta da fuori area che si spegne sul fondo

68′ – Nell’Arzignano Rocco prende il posto di Flores Heatley

65′ – Doppio cambio Piacenza: dentro Nannini e Polidori per Imperiale e Milesi

60′ – Problemi per Imperiale, che sembra comunque poter rimanere in campo

58′ – Maldonando calcia dalla distanza, palla a lato

53′ – Percussione di Della Latta che va al tiro, palla fuori non di molto

50′- Conclusione dal limite di Nicco deviata da un difensore che rischia di beffare Tosi, pallone finisce in corner

Via alla ripresa, non ci sono cambi fra i 22 in campo

45′ – Finisce senza recupero il primo tempo: 0-0 tra Piacenza e Arzignano, brutta partita al Garilli

40′ – Ci prova Nicco da fuori area, conclusione sballata

30′ – Gara bloccata e zero emozioni al Garilli. Tanti errori da una parte e dall’altra, il terreno di gioco in condizioni precarie non aiuta

23′ – Proteste biancorosse per un tocco di mano in area, l’arbitro lascia proseguire. Giallo per proteste a Pergreffi

20′ – Imperiale raccoglie un rinvio dalla difesa e calcia dalla distanza, palla altissima

18′ – Balestrero stacca di testa in area, pallone abbondantemente a lato

8′ – Prima occasione Piacenza: Bonalumi dimentica il pallone, ne approfitta Sestu che prima finta il tiro poi calcia dal limite, respinge il portiere

5′ – Occasione Arzignano: Della Latta perde una brutta palla a centrocampo, Heatley entra in area e salta Borri, salva tutto in uscita Mazzini, l’azione prosegue e la conclusione acrobatica di Calcagni viene respinta sulla linea

2′ – Conclusione a giro di Balestrero dopo una buona ripartenza dell’Arzignano, palla a lato

1′ – Via alla gara, palla all’Arzignano

Piacenza - Arzignano

Formazioni

PIACENZA: Mazzini, Imperiale, Pergreffi, Borri, Sestu, Nicco, Zappella, Marotta, Milesi, Della Latta, Paponi. A disposizione: Bertozzi, Ansaldi, Polidori, Corradi, Sylla, Cattaneo, Franchini, Bolis, Castellana, Scotti, Nannini. Allenatore: Franzini.

ARZIGNANO: Tosi, Pasqualoni, Maldonado, Balestrero, Perretta, Tazza, Flores Heatley, Piccioni, Bonalumi, Lo Porto, Calcagni. A disposizione: Faccioli, Amatori, Barzaghi, Hoxha, Cais, Rocco, Bigolin. Allenatore: Colombo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.