Quantcast

Regionali, Callori (FdI) unico candidato piacentino ad aver aderito al Manifesto per la natalità

La nota stampa

Sono attualmente quattro i candidati Presidenti alle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio ad avere aderito al “Manifesto per la Natalità e la famiglia” promosso dal Forum delle associazioni familiari dell’Emilia-Romagna, presentato lo scorso 28 dicembre. Si tratta di Simone Benini (M5S), Laura Bergamini (Partito Comunista), Stefano Bonaccini (Pd e altre liste) e Simone Berti (Movimento 3V). Al momento dell’invio di questo comunicato non sono ancora pervenute le risposte di Marta Collot (Potere al Popolo), Stefano Lugli (L’Altra Emilia-Romagna) e Lucia Borgonzoni (Lega e altre liste), anche se per quest’ultima l’adesione non dovrebbe tardare.

Lo fa sapere il Forum delle associazioni familiari dell’Emilia-Romagna, annunciando che hanno aderito al Manifesto 42 candidati consiglieri delle varie province (l’elenco completo, in continuo aggiornamento, lo si può trovare sul sito http://emiliaromagna.forumfamiglie.org/2019/12/28/manifesto/). Tra questi figura Fabio Callori, consigliere regionale uscente e candidato di FdI.

Altri candidati potranno aderire fino al 25 gennaio.

Dall’analisi delle adesioni, delle risposte propositive e anche dei disaccordi rispetto al Manifesto del Forum da parte dei candidati, emerge una fotografia delle proposte politiche dei diversi schieramenti – in particolare su famiglia, natalità, apertura alla vita, maternità surrogata, tassazione famigliare, affidi e  adozioni, lotta alle dipendenze – che può diventare una chiave di lettura per gli elettori, sopratutto per gli indecisi.

Il Forum delle Famiglie dell’Emilia-Romagna invita a tale proposito i cittadini della regione ad esprimere il proprio voto per i candidati alla Presidenza e al Consiglio sulla base dell’adesione al Manifesto e della loro posizione in merito alle proposte in esso contenute.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.