Quantcast

Derby senza gol, pareggio amaro per il Piacenza a Modena IL COMMENTO

Si apre con un pareggio il 2020 del Piacenza, che prosegue la serie positiva ma può recriminare per quanto accaduto in campo. Al “Braglia” di Modena, in un derby che ha vissuto momenti ad alta tensione, i biancorossi hanno potuto infatti giocare con un uomo in più per tutto il secondo tempo, fallendo una clamorosa occasione con Paponi e centrando la traversa con un colpo di testa di Borri. A nulla è valso l’assalto finale, per un pareggio che lascia certamente l’amaro in bocca e serve a poco in classifica.

LA PARTITA – Franzini è costretto a rinunciare a Del Favero per un problema alla spalla, al suo posto fra i pali Bertozzi; partono dalla panchina i due nuovi acquisti Polidori e Castellana, in avanti è Sestu a far Coppia con Paponi, mentre in mediana ci sono Della Latta, Marotta e Corradi, con Nannini e Zappella sugli esterni. Nel Modena non ce la fa Sodinha, Rossetti parte invece dalla panchina.

Gara bloccata in avvio, anche se sono i padroni di casa che provano a fare la partita: per la prima emozione bisogna aspettare il 16’, quando Bertozzi in uscita salva tutto su Ferrario liberato in piena area. La risposta del Piacenza è al 20’, con la conclusione di Corradi da buona posizione che trova la respinta di Gagno. Crescono i biancorossi con il passare dei minuti e al 27’ è il diagonale di Della Latta, favorito da un bel velo di Paponi, a mettere i brividi al Modena. Al 32’ l’occasione capita però sui piedi di Tulissi che in spaccata conclude verso la porta, attento Bertozzi.

Si infiamma il derby poco dopo: scontro tra Pergreffi e Mattioli, il capitano biancorosso dice qualcosa all’avversario che reagisce e lo colpisce (con una testata o una spallata) allo stomaco. Vibranti le proteste del Piacenza, il gioco resta fermo a lungo ma alla fine a pagare sono Di Grazia e Bertozzi, ammoniti per proteste. Gli animi si scaldano e in pieno recupero il Modena rimane in dieci: Davì colpisce con uno schiaffo al volto Della Latta, il guardalinee richiama il direttore di gara che sventola il rosso al capitano gialloblu.

Al rientro in campo Mignani corre ai ripari e toglie una punta (Ferrario) per inserire un centrocampista (Pezzella), ma è il Piacenza ad andare subito a un passo dal vantaggio: cross dalla destra di Sestu, Gagno sventa sull’incornata di Nannini, sul pallone arriva Paponi che da due passi calcia incredibilmente a lato. Buona nella ripresa la partenza dei biancorossi, che provano a sfruttare il vantaggio numerico; il Modena sembra alle corde ma il fortino gialloblu regge, anche con un po’ di fortuna quando il colpo di testa di Borri, su corner battuto da Corradi, centra in pieno l’incrocio dei pali. Il Piacenza è padrone del campo, il Modena si affida a estemporanee ripartenze ma ai biancorossi manca la zampata vincente.

L’inesauribile Sestu continua a sfornare cross invitanti che non vengono sfruttati dai compagni e al 65’ Franzini mette la squadra a trazione offensiva gettando nella mischia il neoacquisto Polidori, che prende il posto di Borri. Non si vede però molto di più in avanti, e l’unica occasione da annotare è una girata alta di Paponi sul solito traversone di un Sestu anche oggi fra i migliori. A nulla servono nel finale gli ingressi di Cattaneo, Nicco e Sylla: i biancorossi ci provano fino alla fine, ma nonostante la pressione Gagno non sarà più impegnato.

Pareggio con tanti rimpianti per il Piacenza, che non è riuscito a capitalizzare il vantaggio numerico e a sfruttare le occasioni create. Prossimo impegno per i biancorossi lunedì 20 gennaio nel posticipo: al Garilli arriverà la Triestina.

VITTORIA MANCATA CHE CONFERMA ERRORI E LIMITI – Il COMMENTO di Luigi Carini – Un pareggio in casa del Modena potrebbe sembrare un risultato positivo. In realtà così non è perché si tratta, invece, di una vittoria mancata al termine di una prestazione infarcita di errori di ogni tipo e giocata con sufficienza e senza quella cattiveria agonistica che dovrebbe essere dote essenziale di una squadra con delle ambizioni.

Il Modena è una formazione di mediocre livello tecnico; in più mancante di alcune pedine importanti. Il Piacenza, invece, è al gran completo ed è in serie positiva da 9 giornate. Dopo un’iniziale difficoltà, la partita si indirizza sul binario favorevole ai biancorossi che possono giocare tutta la ripresa in superiorità numerica per una inevitabile espulsione del migliore dei “canarini”, capitan Davì. La vittoria sembra una pura semplice formalità considerata la superiorità, a tratti addirittura schiacciante, dei ragazzi di Franzini. Così non avviene perché i biancorossi sciupano di tutto e, non ostante una continua presenza nell’area avversaria, colpiscono una traversa senza però impegnare mai severamente il portiere avversario.

Imprecisione grossolana nei tiri, ritardi nelle conclusioni, eccessivi personalismi, confusione nel concludere le azioni, tanti inutili cross (non sarebbe preferibile cercare uno scambio al limite dell’area?) e la giornata negativa degli attaccanti (Paponi si è divorato un gol in modo sconcertante) hanno fatto il resto. Come attenuante si potrebbe indicare la lunga sosta che potrebbe aver arrugginito muscoli e mente di qualcuno, ma così non è perché si sono confermati errori e limiti che questa squadra si porta appresso da tempo. Non crediamo neppure sia questione di moduli, più facile trattasi di applicazione mentale e tecnica che porta ad essere scarsamente concreti non ostante un’evidente superiorità tecnica.

Dei singoli da citare il portiere Bertozzi che, chiamato all’ultimo momento a sostituire l’infortunato Del Favero, lo ha fatto egregiamente mentre per l’ultimo arrivato, l’attaccante Polidori, rimandiamo il giudizio a miglior circostanze.

HIGHLIGHTS

MODENA – PIACENZA 0-0

Modena: Gagno; Mattioli, Ingegneri, Zaro, Varutti; De Grazia (59’ Stefanelli) Rabin, Davi; Tulissi; Ferrario( 46’ Pezzella), Spagnoli ( 85’ Boscolo). A disposizione: Cargnelutti, Giron, Gomes, Narciso, Pacini, Politti, Rossetti, Spaviero. All. Mignani

Piacenza: Bertozzi; Borri (66’Polidori), Milesi, Pergreffi; Zappella, Della Latta, Marotta, Corradi (82’ Cattaneo), Nannini; Paponi (85’ Sylla), Sestu (82’ Nicco). A disposizione: Ansaldi, Bolis, Castellana, El Kaouakibi, Forte, Imperiale, Riccardi. All.: Franzini

Arbitro: Sig. Gallipò di Firenze (Assistenti Nasti di Napoli, Piedipalumbo di Torre Annunziata)

Ammoniti: Borri, Bertozzi, Corradi, Della Latta, Milesi (Piacenza); Tulissi, De Grazia, Rabiu, Zaro (Modena)

Espulso: Davì (Modena)

LA CRONACA

I quattro minuti di recupero non cambiano il risultato, finisce 0 – 0 al Braglia tra Modena e Piacenza.

All’85’ entra Sylla al posto di Paponi, subito per lui un’occasione per segnare lo 0-1, ma la palla finisce sopra la traversa.

Ancora un ammonito nelle fila del Piacenza, giallo fischiato per Milesi all’80’. Il nervosismo la fa da padrone nella fase finale della partita.

Trattenuta di Della Latta su Rabiu al 78′, cartellino giallo per il biancorosso. Il Piacenza è sempre aggressivo nella metà campo avversaria, ma il Modena si difende bene nonostante l’inferiorità numerica.

Due falli fischiati nel giro di pochi minuti,  al 67′ il biancorosso Corradi per fallo sul portiere del Modena Gagno, al 69′ Zaro, quarto ammonito nelle fila del Modena.

Al 66′ cambio nel Piacenza, al posto di Borri entra il neo acquisto Polidori.

Pressing biancorosso nell’area avversaria: cercano il goal al 56′ Paponi e Marotta.

Al 51′ giallo per Rabiu, beniamino dei padroni di casa. Calcio di punizione per il Piacenza, Corradi calcia di sinistro ma respinge Gagno senza problemi.

SECONDO TEMPO – Di nuovo in campo al Braglia, calcio d’inizio per il biancorosso Paponi. Dopo poco doppia occasione goal per il Piacenza Calcio, con Della Latta prima e Paponi poi che non riescono però a concretizzare.

Il primo tempo finisce con i padroni di casa in 10.

Cartellino rosso per il Modena alla fine del primo tempo, espulso Davì che ha colpito al volto Della Latta con una manata. Proteste dei padroni di casa. Quattro i minuti di recupero.

Il Piacenza prova nuovamente a spingere nella fase finale della partita, al 42′ Della Latta prova il tiro ma viene deviato dalla difesa del Modena.

Nuovo cartellino giallo, questa volta per il Piacenza al 35′. Ammonito il portiere Bertozzi per proteste: il compagno di gioco Pergreffi è finito a terra dopo uno scontro con Mattioli, che non viene però preso in considerazione dall’arbitro. Gioco fermo, fischi per Pergreffi dal pubblico quando si rialza. Ammonito, sempre proteste, anche il giocatore del Modena De Grazia.

Ma il Modena non resta certo in attesa e al 33′ c’è una doppia occasione per i padroni di casa, prima con un tiro che non a segno e nel secondo caso è un tuffo di Bertozzi a scongiurare il peggio per il Piacenza.

Nuova opportunità per il Piacenza al 28′, Della Latta cerca il gol ma il pallone non finisce in porta. I biancorossi protestano, segnalando una deviazione, ma il signor Galipò lascia correre.

Al 23′ cartellino giallo per il Modena, ammonito Tulissi.

Al 21′ tocca al Piacenza provare nuovamente l’assalto, con Corradi che cerca l’assist di Paponi senza trovarlo.

Al 17′ sono però i padroni di casa a diventare insidiosi, una prodezza di Bertozzi salva i biancorossi complice anche l’incertezza del modenese Ferrario che indugia qualche secondo di troppo davanti all’estremo difensore.

Il 13′ vede un’ammonizione per Borri: tanta aggressività in campo per il Piacenza porta il primo cartellino giallo della partita.

Al 9′ buona occasione per Della Latta che, giunto sul fondo e prossimo al traversone verso il centro dell’area di rigore, viene però fermato da Varutti, Il rimpallo favorisce il giocatore del Modena, con un fallo laterale che però non modifica gli equilibri di un match che vede un Piacenza più aggressivo, con numerose incursioni nell’area degli avversari.

Si parte: primo pallone giocato dal Modena con Ferrario. Subito scintille tra De Grazia e Nannini, il calciatore del Piacenza trattiene l’avversario che gli rifila una leggera gomitata: ma per il signor Simone Galipò, che dirige l’incontro, non c’è fallo.

—–

Ecco le formazioni in campo al Braglia, a Modena: i padroni di casa, allenati da Michele Mignani, schierano Gagno, Mattioli , Ingegneri, Zaro, Varutti, De Grazia, Rabiu, Davì, Tulissi, Ferrario, Spagnoli.

Ecco invece i biancorossi allenati da Arnaldo Franzini: Bertozzi, Borri, Milesi, Pergreffi, Zappella, Della Latta, Marotta, Corradi, Nannini, Paponi  e Sestu.

LA FORMAZIONE IN CAMPO

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.