Stop a centraline idroelettriche lungo i corsi d’acqua, protesta anche a Piacenza

“Mini Centraline idroelettriche o torrenti liberi a Piacenza in val Trebbia e val Nure? Basta inutili incentivi che devastano i nostri torrenti e fiumi”.

E’ questo lo slogan per la Giornata di mobilitazione nazionale “La protesta dei pesci di fiume” in programma il 25 gennaio in tutta Italia ed anche sui fiumi e torrenti Piacentini in difesa dei corsi d’acqua minacciati da anni dalla costruzione di “mini centrali idroelettriche”. Il primo appuntamento sarà alle ore 11 a Bettola, presso il ponte sul Nure, il secondo alle ore 11 e 45 a Farini nei pressi della presa d’acqua della centralina idroelettrica a monte del paese, dalla strada comunale dei Sassi Neri, ed il terzo in val Trebbia a Bobbio presso il Ponte Gobbo alle ore 15.

L’iniziativa è promossa da: Gli Amici del Nure, Camminanure, Legambiente Piacenza, Legambiente val Trebbia, No Tube, FIPSAS e Spinning Club Piacenza

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.