Alla guida dopo aver bevuto, ritirate sei patenti. Un’auto confiscata

La Polizia Stradale di Piacenza ha effettuato un servizio “repressione stragi” nella serata del 15 febbraio insieme a personale della sezione di Parma, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, che ha garantito la presenza di personale e mezzi, oltre al supporto di personale medico in forza presso l’Ufficio Sanitario della Polizia di Stato di Piacenza.

I controlli, effettuati a Piacenza e a Castelsangiovanni, hanno permesso di sottoporre alle prove alcolemiche 68 conducenti. In totale sono state ritirate 6 patenti di guida, un veicolo (di proprietà del conducente con il tasso alcolico più elevato) è stato sequestrato per la confisca; elevate inoltre ulteriori 10 infrazioni al codice della strada, con la decurtazione complessiva di 62 punti patente. Sei i conducenti risultati positivi all’alcol, di cui due con tasso superiore a 1,5 gr/lt (un uomo residente in provincia di Lodi dell’88 con tasso di 2,2 gr/lt, recidivo alla guida in stato di ebbrezza, e una donna residente in provincia di Pavia del ‘69).

Un conducente (piacentino del ’96) è risultato positivo agli accertamenti con un tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 gr/lt, altri tre sono stati sanzionati amministrativamente in quanto il tasso alcolemico risultava essere compreso nella fascia tra 0,5 e 0,8 gr./lt (circostanza più lieve che prevede una sanzione amministrativa da euro 544,00 a euro 2.174,00 oltre alla sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi).

Contestualmente sono stati effettuati nove test di screening finalizzati ad accertare l’assunzione di sostanze stupefacenti e psicotrope ad altrettanti conducenti che hanno manifestato sintomi di alterazione psicofisica correlati ad assunzioni di stupefacenti. Un 40enne piacentino è risultato positivo al test precursore che ha evidenziato un principio attivo “cannabinoidi” nella sostanza salivare campionata; nell’attesa dei riscontri di laboratorio alla persona, mostrando sintomi di alterazione correlati alla verosimile assunzione di stupefacenti gli è stata ritirata la patente di guida; qualora gli esami di laboratorio confermassero i test preliminari, l’uomo verrà deferito all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art.187 del Codice della Strada che prevede per il conducente, in caso di condanna, l’arresto da 6 mesi ad un anno oltre all’ammenda da 1.500 a 6mila euro la sospensione della patente da 1 a 2 anni oltre alla confisca del veicolo.

I controlli, finalizzati al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, proseguiranno durante i fine settimana, soprattutto lungo gli itinerari maggiormente interessati ai punti di aggregazione giovanile del territorio piacentino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.