Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

“Arredi Francigeni”, domani in Cattolica la presentazione del progetto vincitore

Calendasco, Gragnano, Pontenure, Cadeo, Fiorenzuola e Alseno “alleati” per disegnare un elemento comune di qualità urbana e territoriale del percorso francigeno nel tratto piacentino, un “filo rosso” e un’identità condivisa di riconoscibilità, anche formale, della strategia di rigenerazione e della Via Francigena

E’ convocata per domani, giovedì 6 febbraio alle ore 11, la conferenza stampa di presentazione del progetto vincitore del Concorso di progettazione “Arredi Francigeni”, promosso dai Comuni di Calendasco, Gragnano, Pontenure, Cadeo, Fiorenzuola e Alseno nell’ambito della strategia di rigenerazione urbana “Francigena in Comune”. L’appuntamento è fissato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore in Sala Ferracuti (Scienze di Formazione) Via Emilia Parmense, n. 84 Piacenza. Saranno presenti i Sindaci dei Comuni interessati e l’architetto Vito Redaelli, project manager della strategia per conto delle amministrazioni locali e i progettisti vincitori del primo premio del Concorso.

Programma dell’incontro:

Ore 11 – Saluti istituzionali del prof. Paolo Rizzi Università Cattolica, dei 6 Sindaci promotori del concorso e di Marcello Capucci Regione Emilia Romagna

Ore 11.30 – Presentazione del concorso e dei progetti premiati a cura di Vito Redaelli/SRSARCH project manager di “Francigena in Comune” con gli architetti Francesco Pagani e Lorenzo Tucci vincitori del concorso. Seguirà dibattito.

I progetti della strategia “Francigena in Comune” – Recuperare il castello di Calendasco, con la sistemazione del piano terra e del ponte di accesso al cortile interno per farne la prima tappa per i pellegrini della Via Francigena piacentina dopo lo straordinario attraversamento sul Po al Guado di Sigerico. Riqualificare il secondo piano di Villa Raggio, a Pontenure, con la realizzazione di una sala multimediale e, nel futuro, un alloggio per i pellegrini. Attrezzare la nuova piazza del municipio di Cadeo e la Piazza dei Caduti a Fiorenzuola con opere di arredo urbano e nuovi servizi resi a chi si muove lungo i cammini della fede; dare vita ad un “hub intermodale” attrezzato per camper, auto e bici elettriche ad Alseno, nei pressi dell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba, per rendere più facile la mobilità dei pellegrini. E, a Gragnano, lungo il Cammino di San Colombano, trasformare l’ex cinema di via Roma in un centro polifunzionale aperto a tutta la comunità e con servizi dedicati ai pellegrini.

Sono alcuni dei contenuti di “Francigena in Comune”, strategia con un investimento di 1.7 milioni di euro che ha vinto nel 2018 il bando regionale di rigenerazione urbana con contributo della Regione di 1 milione, la cui finalità è elevare l’attrattività della Via Francigena, straordinario itinerario culturale riconosciuto dal Consiglio di Europa dal 1994, insieme alla riattivazione di edifici e spazi pubblici dismessi nei 6 Comuni coinvolti che diventeranno nuovi servizi di accoglienza per cittadini locali e turisti/pellegrini. I progetti esecutivi di questi 6 “punti-tappa” lungo la Via Francigena sono in completamento, il contratto di rigenerazione urbana è stato sottoscritto tra i 6 Comuni e la Regione nel settembre 2019 e i cantieri si apriranno nel 2020. Nel 2020 verrà inoltre attivato un percorso di partecipazione con gli attori presenti sul territorio.

Per approfondimenti:

• Sito web Archibo Concorsi (Ordine Architetti PPC Bologna) https://www.concorsiarchibo.eu/arredifrancigeni/esiti
http://territorio.regione.emilia-romagna.it/riviste-e-pubblicazioni/pubblicazioni/progettare_la_bellezza-1.pdf/@@download/file/progettare_la_bellezza.pdf
http://territorio.regione.emilia-romagna.it/qualita-urbana/rigenerazione-urbana/bando-ru

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.