Eccidio di Ponte Cantone, l’omaggio di Piacenza ai Caduti

Il consigliere Sergio Pecorara ha partecipato domenica, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, alla cerimonia di commemorazione dell’eccidio di Ponte Cantone, frazione di Sant’Ilario d’Enza dove il 14 febbraio 1945, nel corso di una rappresaglia per un’azione partigiana che aveva provocato la morte di due loro commilitoni, i soldati nazisti fucilarono venti giovani tra i 17 e i 30 anni, originari in gran parte delle province di Piacenza e Parma e uccisi dopo essere stati prelevati dal carcere della città ducale. I loro corpi trucidati furono abbandonati nella neve, in segno di avvertimento alla popolazione locale.

“Come ogni anno – sottolinea Sergio Pecorara – anche il Gonfalone di Piacenza campeggiava tra gli stendardi e i labari che simboleggiano la solidarietà, la commozione nell’omaggio ai Caduti e l’impegno a coltivare, nel loro nome, la memoria di questa tragedia, come monito contro la violenza e contro ogni ideologia fondata sull’odio, su una brutale sopraffazione che cancella e svilisce l’umanità”. A corredo degli interventi del sindaco Carlo Perucchetti e del presidente Anpi di Reggio Emilia, Ermete Fiaccadori, non è mancato l’accompagnamento del Corpo Filarmonico di Sant’Ilario – formazione diretta da Fabio Codeluppi – e del Coro della scuola Da Vinci guidato dai docenti Fedele Fantuzzi e Sara Sistici.

“Onorare questa triste ricorrenza alla presenza dei ragazzi – rimarca a questo proposito il consigliere Pecorara – rende ancor più significativo il tributo alle giovani vittime della barbarie nazifascista, consegnando la testimonianza dolorosa di questa drammatica pagina di storia alle nuove generazioni, affinché si continui a custodirne il ricordo e l’insegnamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.