Imprenditrici piacentine a colloquio, grande partecipazione all’ultimo “Business speed date” foto

Si è svolto lo scorso 13 febbraio presso la Camera di commercio di Piacenza il “Business Speed date al Femminile”.

Ideato dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile nel 2018, è giunto alla sua IV edizione e, come sottolineato anche da Nicoletta Corvi, Presidente del Comitato “sono state proprio le imprenditrici ad apprezzarne il carattere innovativo e l’efficacia sul campo”. “E’ peraltro già in programma una nuova edizione – ha anticipato – in considerazione dell’elevato numero di richieste di partecipazione pervenute”.

Business speed date al femminile

Imprenditrici e libere professioniste piacentine si sono incontrate in un ordinato susseguirsi di coppie, dove ciascuna partner ha presentato la propria attività economica. Ogni 5 minuti, infatti, il suono della campanella ha sancito il formarsi di una nuova coppia. Il complesso delle attività economiche rappresentate nel corso dell’evento, è stato piuttosto eterogeneo: assicurazioni, grafica pubblicitaria, agricoltura, consulenza per l’impresa, progettazioni meccaniche ed architettoniche, e-commerce, comunicazione, litografia anche se non sono mancate attività legate al benessere e alla cura della persona. Le imprenditrici si sono incontrate con l’obiettivo comune di ampliare il proprio business, puntando sul confronto diretto “one to one” e sfruttando al meglio i pochi minuti a disposizione.

“Il format ha riscosso molto successo e soprattutto in un momento in cui le imprese femminili hanno subito un leggero calo, appare estremamente importante creare degli stimoli che sappiano diffondere fiducia e concretizzare nuove collaborazioni – evidenziano dalla Camera di Commercio -. Secondo quanto risulta, infatti, dai dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio elaborati da Unioncamere Emilia-Romagna, si è registrata a fine 2019 a livello regionale per le imprese femminili una leggera flessione rispetto alla fine del 2018, riscontrabile soprattutto nell’agricoltura (-3,1 per cento) e nel commercio (-2,3 per cento). Con riferimento allo stesso arco temporale sono invece incrementate le imprese dei servizi (+0,3 per cento), grazie soprattutto alle attività immobiliari, ai servizi alla persona e di supporto per le funzioni d’ufficio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.