Locali e manifestazioni pubbliche, il Comune istituisce la commissione di vigilanza

Verificare le condizioni di solidità e sicurezza dei luoghi sede di pubblico intrattenimento e spettacolo, vagliare le misure e i provvedimenti di safety nell’ambito delle manifestazioni pubbliche che si svolgono sul territorio comunale a tutela dell’ordine pubblico, ricevere le segnalazioni certificate di inizio attività.

E, ancora, esprimere parere sui progetti di nuovi locali, impianti di pubblico spettacolo, teatri o trattenimenti o su sostanziali modificazioni di quelli esistenti; accertare la conformità alle disposizioni vigenti e la visibilità delle scritte e degli avvisi per il pubblico prescritti per la sicurezza e l’incolumità pubblica; accertare gli aspetti tecnici di sicurezza ed igiene; controllare l’osservanza delle norme e cautele imposte e che i meccanismi di sicurezza funzionino regolarmente, suggerendo gli eventuali provvedimenti da adottare.

Questi i principali compiti della Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo la cui istituzione è stata approvata dall’Amministrazione Barbieri. Una proposta, quella votata nel corso dell’ultima riunione di Giunta che, insieme al regolamento di funzionamento, sarà ora inviata al Consiglio comunale per sua valutazione e definitiva approvazione.

“Oltre che rispondere ad adempimenti normativi, l’istituzione di una Commissione comunale si rende necessaria per ridurre i tempi procedurali, garantendo il massimo livello di attenzione per gli aspetti di sicurezza e incolumità del pubblico nelle iniziative di intrattenimento e nei locali, anche in considerazione dell’aumento registrato in questi ultimi anni dell’attività legata a eventi e manifestazioni”: così commentano il Sindaco Patrizia Barbieri e l’Assessore al Commercio Stefano Cavalli, aggiungendo che “il ricorso alla Commissione provinciale, così come avvenuto finora, rischiava infatti di aggravare l’attività di quest’ultima e in questo modo pensiamo di poter essere più rapidi nei controlli e nelle risposte ai cittadini. Era un impegno che ci eravamo assunti e che, ringraziando anche il prezioso lavoro degli uffici, oggi riusciamo a concretizzare”.

Oltre a definire i compiti della Commissione, il regolamento di funzionamento norma il campo di applicazione: dai teatri ai cinema, dai locali di intrattenimento, parchi divertimento, sale polivalenti fino agli impianti sportivi dotati di strutture per il pubblico. Nominata dal Sindaco, rimane in carica per 3 anni ed è composta, oltre che dal primo cittadino o da tecnico comunale delegato che la presiede, dal Comandante di Polizia Municipale (o suo delegato), dal dirigente medico nominato dall’Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza, dal Dirigente dell’ufficio tecnico comunale (o suo delegato), dal comandante dei Vigili del Fuoco (o suo delegato) e da un esperto in elettrotecnica. Per i componenti della Commissione non è previsto alcun compenso o gettone. Su nomina del Sindaco possono essere inoltre individuati esperti esterni.

Nei 12 articoli del regolamento approvato dalla Giunta sono normate, inoltre, le “modalità di presentazione della domanda di intervento della commissione comunale” e individuati i “locali e luoghi non soggetti a verifica della commissione”. Sono indicate le caratteristiche che individuano le attività di spettacolo o intrattenimento in pubblici esercizi, le manifestazioni all’aperto con distinzioni tra capienze e presenza di strutture e/o impianti e gli allestimenti temporanei.

“Riteniamo sia un regolamento dettagliato e completo – aggiungono Barbieri e Cavalli – che sottoponiamo ora, insieme alla proposta di istituzione della Commissione comunale, alla doverosa valutazione e successiva approvazione del Consiglio comunale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.