In Emilia Romagna scuole e università chiuse fino al primo marzo: “attenzione alle fake news”

Più informazioni su

AGGIORNAMENTO – Sospensione delle attività delle scuole di ogni ordine e grado, asili nido, università, di manifestazioni ed eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, delle gite di istruzione e dei concorsi.

Sono le misure adottate in Emilia-Romagna per contrastare la diffusione del coronavirus, valide fino al prossimo 1 marzo compreso. Le misure sono previste nell’ordinanza del Presidente Stefano Bonaccini e del Ministro Roberto Speranza. Nel pomeriggio di domenica si è tenuto un vertice a Bologna con gli amministratori dei capoluogo emiliano romagnoli.

Dalla Regione “Attenzione alle fake news: scuole chiuse fino al 1^ marzo” – La Regione invita a fare attenzione a presunte false notizie riguardo alla chiusura delle scuole in Emilia Romagna. In rete e fra i cittadini – avverte – sta circolando una falsificazione del testo dell’Ordinanza del presidente della Regione e del Ministro della salute, diffusa ieri, e di un comunicato dell’Ufficio stampa della Regione, che sposta in avanti la chiusura temporanea delle scuole. Si conferma che la chiusura delle scuole è prevista fino al 1^ marzo prossimo. Ogni altra data, ovunque pubblicata, è da considerarsi falsa.

Chiusura scuole di Piacenza fino all’8 marzo, la smentita dei sindaci della Provincia. “Si susseguono voci relative a supposti esiti della riunione di questa mattina in Prefettura – si legge in una nota stampa -. Dovere di chiarezza impone di riferire che, al momento, le uniche informazioni ufficiali sono quelle presenti nelle ordinanze già diramate, che prevedono provvedimenti sino a tutto il 25.02, e dai provvedimenti prefettizi, regionali e nazionali. Siamo tutti consapevoli che sarà probabilmente necessario prolungare e rimodulare le ordinanze in considerazione dell’evoluzione della situazione, e che molte ipotesi sono al vaglio, ma la CHIUSURA delle SCUOLE FINO ALL’8 MARZO È – al momento – da ascriversi ad una MERA IPOTESI”.

“Ogni determinazione sarà assunta al termine di una riunione che si terrà nel pomeriggio in Prefettura. I Sindaci saranno rappresentati dal Sindaco di Piacenza e dai Sindaci dei Comuni capodistretto, per l’assunzione di iniziative comuni e condivise”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.