“Ragazzo caduto in Po, grazie a chi ha rischiato la propria vita per salvarne un’altra”

«Un grazie sentito a quel ragazzo nordafricano che ha messo a rischio la propria vita per salvarne un’altra. Un gesto che non ha bisogno di tante parole e che ha messo in luce l’umanità e l’altruismo di chi si è tuffato nel Po per strappare alle acque un 13enne».

I parlamentari della Lega, Elena Murelli e Pietro Pisani, commentano così il salvataggio, il 15 febbraio, di un ragazzino egiziano da parte di un marocchino, aiutato a sua volta da un connazionale a tirare sulla sponda il giovane caduto nel Po.

«Quei due marocchini – concludono Murelli e Pisani – hanno onorato il significato universale delle parole del Talmud: “chi salva una vita salva il mondo intero”».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.