Salvò una bimba, Giovanna Covati premiata al Quirinale dal Presidente Mattarella

Nell’agosto del 2018 salvò una bambina che rischiava di essere travolta una trattore fuori controllo facendole scudo con il proprio corpo.

Un gesto di grande coraggio e altruismo per il quale la piacentina Giovanna Covati ha ricevuto direttamente dal Presidente Sergio Mattarella l’onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Lunedì 17 febbraio la cerimonia al Quirinale nel corso della quale sono state consegnate le onorificenze conferite “motu proprio” dallo stesso Presidente della Repubblica, il 20 dicembre scorso, a cittadini “distintisi per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, nel soccorso, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità, per le attività in favore della coesione sociale, dell’integrazione, della ricerca e della tutela dell’ambiente”.

La cerimonia, condotta da Eleonora Daniele, è stata aperta dalla proiezione di un filmato realizzato dalla RAI e si è conclusa con l’intervento del Capo dello Stato. Il Presidente Mattarella ha individuato, tra i tanti esempi presenti nella società civile e nelle istituzioni, alcuni casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani.

Giovanna Covati insieme al Presidente Mattarella (Foto Quirinale.it)

“Aiutare delle persone in pericolo, impegnarsi per far superare condizioni di sofferenza e difficoltà, di emarginazione, di bisogno, impegnarsi per la cultura e la ricerca scientifica, adoperarsi per la difesa dell’ambiente, attivarsi per la legalità: sono tutte manifestazioni di un unico ambito, che è quello della solidarietà, del coraggio di essere solidali nei confronti di singole persone o della società nel suo complesso” – le parole di Mattarella.

“Questo è ciò che significa avvertire il senso di un destino comune della nostra convivenza in Italia, e non soltanto nei nostri confini, ma in un mondo che sempre più presenta sorti comuni nel suo futuro e nel suo presente, addirittura. La solidarietà che avete manifestato non è soltanto altruismo. È invece – appunto – sentirsi parte di una comunità. E praticarla rende i cittadini protagonisti e costruttori della società. La spinta egoista va in direzione dello star bene da soli. Invece il senso di solidarietà porta a sostenersi reciprocamente, all’avere bisogno degli altri per condividere speranze e difficoltà, e per camminare insieme, come nella convivenza è indispensabile”.

Questa la motivazione per l’onorificenza conferita a Giovanna Covati: Giovanna Covati, 58 anni (Piacenza), Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per lo straordinario coraggio e altruismo con cui, senza esitazione, ha protetto, con il proprio corpo, una bambina dal violento impatto con un trattore fuori controllo”

Nell’agosto 2018, nella località Le Rocche, sulle colline di Bobbio (Piacenza), in occasione della vendemmia, un trattore fuori controllo, senza alcun conducente, sbanda in un vigneto. Giovanna Covati si trovava nel vigneto, vicino a lei c’era una bambina, Caterina. Quando il trattore si avvicina, Giovanna si butta d’istinto su Caterina facendole da scudo mentre il trattore le investe. In seguito all’impatto violento Caterina si salva mentre Giovanna subisce fratture e lesioni da schiacciamento. In prognosi riservata giunge all’ospedale di Parma, reparto rianimazione. Dopo 50 giorni è cominciata la riabilitazione. Il 30 giugno 2019 il Prefetto di Piacenza le ha consegnato il Premio “Solidarietà per la vita” Santa Maria del Monte.

Foto dal sito del Quirinale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.