Quantcast

Tecnico della tracciabilità delle produzioni alimentari, corso alla Tadini

Al Centro Tadini di Gariga (Piacenza) sono in pieno svolgimento le attività preparatorie all’avvio del corso per Tecnico della tracciabilità/rintracciabilità delle produzioni alimentari.

Entro metà marzo sarà attivato al Centro Tadini un percorso formativo della durata di 500 ore (300 ore di teoria ed esercitazioni unite a 200 ore di stage in azienda) rivolto a diplomati e laureati residenti o domiciliati in Emilia Romagna, interessati ad ottenere una specializzazione spendibile in una molteplicità di aziende del settore agroalimentare. Il corso, finanziato dalla Regione Emilia Romagna, vuole infatti formare figure tecniche specializzate sul tema della tracciabilità e rintracciabilità delle produzioni alimentari.

Il percorso formativo nasce da una condivisione di obiettivi e finalità con un importante gruppo di aziende e realtà associative ( circa 30) operanti nel sistema agroalimentare del territorio piacentino che sin dalla fase progettuale hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa. Il corso si innesta infatti nel sistema agroalimentare emiliano, con particolare riferimento ad aziende della provincia di Piacenza articolate nei diversi comparti, dalla produzione agricola, alla trasformazione, al commercio all’ingrosso fino al dettaglio, caratterizzate in prevalenza per dimensioni medio-piccole, pur non escludendo la presenza di nomi importanti della trasformazione alimentare e di Consorzi ed Associazioni di Rappresentanza del comparto.

La vivacità del sistema agroalimentare dell’area piacentina, spicca nel panorama regionale grazie alla presenza di importanti specializzazioni settoriali, contraddistinte da una lunga tradizione produttiva (pomodoro, lattiero-caseario, vino, salumi), dalla felice collocazione geografica, in posizione baricentrica rispetto ai luoghi di produzione della materia prima e delle tecnologie produttive, nonché dal riconoscimento di eccellenza di alcune produzioni tipiche locali, in particolare i formaggi e i salumi che hanno ottenuto la Denominazione d’Origine Protetta (DOP) dall’Unione Europea.

Si sono unite al gruppo di lavoro da cui si è sviluppata l’idea progettuale gli enti di certificazione (E.CE.P.A. e BIO.AGRI.CERT. S.r.l.) che, con l’Università Cattolica di Piacenza e l’Istituto Agrario contribuiscono ad innalzare il livello qualitativo degli interventi. Grazie all’ampia rete di relazioni del Centro Tadini partecipano alla partnership anche Consorzi di produzioni tipiche di altre regioni o aree regionali (Vitellone – Appennino Centrale e Prosciutto di Modena) per favorire il confronto e lo scambio di buone prassi e potenziare i livelli qualitativi delle filiere.

In un contesto socio-culturale in cui si è intensificata l’attenzione per la qualità dei prodotti, il loro metodo produttivo e la loro provenienza, la presenza di una molteplicità di attori e la trasversale e articolata distribuzione del valore nella filiera agroalimentare richiede, oggi, sempre più soluzioni gestionali e tecnologiche in grado di garantire trasparenza e sostenibilità lungo l’intero ciclo produttivo.

L’autenticità del prodotto diventa oggi agli occhi del consumatore un punto di forza importantissimo. I temi della tracciabilità, certificazione, valori nutrizionali si coniugano quindi in un sistema dove il coinvolgimento e la sensibilizzazione del mondo agricolo e della trasformazione alimentare sono sempre più funzionali al miglioramento del cibo e della sua sicurezza, intesa sia come security sia come safety (S3).

Per maggiori informazioni ed iscrizioni è possibile rivolgersi al Centro di formazione Tadini al numero 0523/524250 o visitare il sito www.centrotadini.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.