Acquistate 25 macchine per la ventilazione assistita da destinare agli Ospedali di Parma e Piacenza

Ogni azione concreta può contribuire in modo decisivo alla lotta contro il Coronavirus e la sua diffusione.

È a partire da questa consapevolezza che Crédit Agricole Italia, Fondazione Cariparma e Fondazione di Piacenza e Vigevano hanno acquistato 25 macchine per la ventilazione assistita da destinare agli Ospedali di Parma e Piacenza. “In particolare – spiega una nota stampa -, Crédit Agricole Italia ha attivato la sua rete di contatti con imprese e privati per contribuire a risolvere in maniera veloce ed efficace uno dei problemi maggiormente critici di questo momento: la carenza di macchinari nelle strutture ospedaliere del territorio”.

“Grazie al suo forte radicamento territoriale, la Banca è riuscita ad individuare due aziende distributrici e produttrici di macchine per la ventilazione assistita. L’intervento insieme alle Fondazioni è quindi consistito nell’acquisto diretto di 20 macchine dall’azienda cliente Logisan di Tavarnuzze (FI) – centrale di acquisto per cliniche private e ospedali su tutto il territorio nazionale, del gruppo Nardi Schultze – e di altre 5 da S.I.E.M. Srl di Piacenza – progettazione e produzione dispositivi medici utilizzati a bordo dei mezzi di soccorso. Di queste, 15 ventilatori polmonari verranno consegnati all’Ospedale di Parma mentre 10 verranno destinati all’Ospedale e alle autoambulanze di Piacenza”.

“Abbiamo deciso di intervenire in modo rapido e concreto a favore degli ospedali e dell’intero territorio – dichiara Giampiero Maioli, Responsabile del Crédit Agricole in Italia -. Siamo orgogliosi di farlo al fianco delle Fondazioni nostre azioniste e delle aziende che ci accordano la loro fiducia. È un esempio di come sia importante agire insieme nell’interesse non solo dei clienti ma anche della collettività, principio che racchiude la ragion d’essere del nostro Gruppo.”

“Questo intervento – spiega il Prof. Gino Gandolfi, Presidente di Fondazione Cariparma – è nato alla luce del momento emergenziale che la Fondazione ha intercettato, ponendosi in immediata sinergia e con forte spirito di squadra con Crédit Agricole Italia, che ringrazio per aver definito l’iniziativa in modo efficace e in tempi rapidissimi; la tempestività dell’azione in questi momenti è essenziale per potenziare e supportare il preziosissimo lavoro svolto da chi sta combattendo in prima linea nei nostri ospedali, ai quali rivolgiamo il nostro più sincero e profondo ringraziamento.”

“Insieme a Crédit Agricole Italia abbiamo voluto dare un aiuto immediato e tangibile al nostro Ospedale e alle ambulanze di Piacenza – ha aggiunto Massimo Toscani, Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano -. Questo è stato possibile solo grazie alla rapidità e ai rapporti virtuosi che sono stati costruiti nel tempo tra la Banca, la Fondazione e il tessuto economico e produttivo. È un modo per ribadire ancora una volta la nostra attenzione e la nostra fiducia nella città e nella sua società, che riuscirà a superare questo difficile momento e a ripartire con ancora maggior vigore.”

“Con questa iniziativa – conclude il comunicato – Crédit Agricole Italia, Fondazione Cariparma e Fondazione di Piacenza e Vigevano vogliono ribadire ancora una volta la vicinanza non solo ai territori ma anche alle tante persone che si trovano in prima linea ad affrontare questa emergenza, convinti che se ne potrà uscire solo uniti e con l’aiuto di tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.