Quantcast

Emergenza coronavirus, 700 posti per i pazienti tra pubblico e privato

L’Azienda Usl di Piacenza ha allestito complessivamente, sul territorio provinciale, circa 700 posti letto per i pazienti colpiti da coronavirus, per attuare il piano di rafforzamento regionale.

Ai pazienti positivi all’infezione covid sono dedicati i presidi di Castel San Giovanni e Fiorenzuola, parte della ricettività dell’Osco di Bobbio, in aggiunta ai sette reparti specifici realizzati all’interno dell’ospedale di Piacenza. I posti di Terapia intensiva sono triplicati, passando da 13 agli attuali 40. A questa rete si sono poi aggiunte due strutture private accreditate del territorio: le Casa di Cura Sant’Antonino e Piacenza, per complessivi 120 posti letto.

Dall’Azienda il ringraziamento alla proprietà delle cliniche, “che si è dimostrata da subito sensibile e disponibile ad accogliere la crescente casistica relativa al coronavirus. L’apporto del privato, che si è affiancato al pubblico con forte senso di responsabilità, è stato importante per affrontare l’emergenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.