Il commento del sindaco in quarantena “La punizione di tutti per la leggerezza di pochi”

Riportiamo il commento del sindaco di Rottofreno Raffaele Veneziani (in isolamento fiduciario) alle nuove norme restrittive introdotte dal governo per Piacenza insieme al gran parte del nord Italia. Ci pare renda bene quello che è accaduto e il valore delle contromisure adottate.

Ecco il testo e più sotto il post integrale tratto da Facebook

Tanto tuonò, che piovve. Ecco il nuovo decreto. Leggiamolo insieme nelle parti più importanti, o almeno proviamoci.

A) Ci è imposto di EVITARE GLI SPOSTAMENTI. Chi è fuori dalle zone indicate può rientrare, chi è a casa può muoversi per andare al lavoro, per necessità o motivi di salute. Arriverà chiarimento su cosa significhi mobilità interna ed esterna, ma credo sia piuttosto evidente che si parla di mobilità interna tra le Province indicate ed esterna al di fuori di esse. Cioè noi possiamo stare in Provincia di Piacenza, sino a espresso divieto contrario. E’ la “punizione” per tutti per la leggerezza di pochi, come la “nota di demerito” a tutta la classe per il fatto che pochi facevano casino. E’ colpa di quelli che ne approfittavano per una vacanza, anzichè rispettare l’ordine di stare a casa.

E’ grave? SI. E’ inaccettabile? NO, perchè chiunque con un po’ di sale in zucca non avrebbe dovuto avere programmi di viaggio nelle prossime settimane. Se siamo arrabbiati è quindi solo perchè eravamo pronti a trasgredire questo semplice precetto. Io sono pronto a rispettarlo anche oltre la mia quarantena. E’ una prigione grande quanto una Provincia, tranquilli, non staremo stretti. Niente panico o claustrofobia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da snoopyy

    Io penso che invece è dovuto alle incapacità delle istituzioni che speravano che con l’isolamento si sarebbe potuto risolvere tutto.Quando invece serve solo a rallentare la diffusione certamente non a fermarla.E’ un po da stupidi credere che si sarebbe fermata.Inoltre la diffusione è più facile nei luoghi chiusi e che all’aperto. E ancora per il Governo Conte non eravamo prontissimi? come se eravamo cosi pronti manca di tutto?