Il Comune di Rottofreno lancia la “spesa sospesa” per le famiglie in difficoltà

Il Comune di Rottofreno lancia la “spesa sospesa” per le famiglie in difficoltà.

Un’iniziativa presentata dallo stesso sindaco, Raffaele Veneziani, attraverso i propri canali social. Un modo semplice – e sicuro – per essere d’aiuto ai tanti che devono fronteggiare le ripercussioni economiche di questa emergenza sanitaria.

“La chiusura di molte attività, dovuta alle misure di prevenzione del contagio, ha fatto improvvisamente scivolare nel bisogno una fascia di persone e famiglie che oggi rischiano di andare in grande difficoltà” scrive il sindaco Veneziani.

“Come sapete, il Comune si farà carico di distribuire dei buoni spesa per coloro che ne avessero un’effettiva necessità, ma le risorse stanziate dal Governo (5,29 euro per abitante) rischiano di essere insufficienti a coprire l’intero bisogno”.

“Ai tanti che mi hanno richiesto se fosse possibile lasciare un “spesa sospesa” per chi ne avesse bisogno, posso comunicare che è stato attivato un conto corrente dedicato (tutti i dati in foto), intestato al Comune di Rottofreno ed acceso presso Banca di Piacenza sul quale chiunque voglia potrà fare donazioni che saranno interamente trasformate in buoni spesa alimentare e consegnati dal Comune a famiglie in condizioni di accertato disagio economico. I buoni spesa non potranno essere spesi per tabacchi, alcoolici, giochi e lotterie”.

Conto corrente

“E’ ovvio, non tutti possono fare una donazione, ma per chi può questo può essere un modo per “fare qualcosa”. Credo fermamente che la vera ricchezza delle persone non si misuri dagli zeri del conto corrente ma anche dalla capacità di tendere una mano verso il prossimo. Ciò che posso fare è garantire personalmente che l’intera “filiera” sarà gestita direttamente dal Comune e che ogni euro versato sarà tramutato in un fattivo sostegno per i più bisognosi, di cui darò un resoconto (ovviamente in termini aggregati e senza dati sensibili) non appena possibile su questa pagina e sui canali istituzionali” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.