Quantcast

Il sindaco Barbieri “Agli uffici postali solo per necessità urgenti, evitare affollamento”

“Ricordo a tutti l’obbligo di restare in casa e uscire solo per comprovate ragioni di lavoro o esigenze essenziali e improrogabili: questo vale anche per l’accesso agli uffici postali che, pur aperti per assicurare la continuità di un servizio fondamentale, non possono essere presi d’assalto per necessità e incombenze che non abbiano carattere di urgenza”.

Il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, raccolte le segnalazioni provenienti da diverse filiali di Poste Italiane sul territorio, fa ancora una volta appello al senso civico e alla responsabilità di tutti i cittadini, “per evitare situazioni di affollamento che, in questa fase di emergenza sanitaria, sono assolutamente da scongiurare”.

L’invito, condiviso dal sindaco Barbieri, è a “non recarsi agli sportelli per spedizioni, ritiri o richieste di informazioni che possano essere posticipati, privilegiando invece i servizi on line e il ricorso alle tante soluzioni che la tecnologia ci mette a disposizione, anche in quest’ambito. Andare all’ufficio postale per qualsiasi operazione che non sia indifferibile significa, in questo momento, mettere a rischio inutilmente la propria salute, quella degli altri utenti e di tutti gli addetti ai lavori che continuano, pur nelle difficoltà, a garantire un servizio essenziale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.