La riflessione del sindaco: “Non dileggiate le nostre ordinanze, serve senso di responsabilità”

E’ il primo cittadino di Gragnano Patrizia Calza ad affidare a Facebook alcuni pensieri sulla difficile situazione nella quale si stanno trovando gli amministratori locali. Soprattutto quelli dei comuni medi e piccoli che si vedono costretti – in tempi di emergenza da coronavirus – a imporre tramite le ordinanze scelte non facili ai propri concittadini.

Calza si appella al buon senso e anche al senso responsabilità che deve partire dai comportamenti individuali delle persone. “Pur riconoscendo che i provvedimenti a volte possano apparire un po’ contraddittori – scrive Calza – anche se, al contrario, sono stati ben sviscerati e rispondono alla logica del contenimento del contagio, mi permetto di stigmatizzare il comportamento dei cittadini che affollano i locali pur sapendo di poter essere contagiati e di contagiare”.

Contro chi si mostra totalmente incurante dei “richiami alla prudenza”. “Si tratta di mancanza di senso civico e di colpevole indifferenza” – chiude il sindaco.

Ecco il testo completo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.