Maltrattamenti alla madre e violazione dei divieti, arrestato un 36enne

Continuano gli impegni dei Carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza connessi alle criticità legate alla emergenza “corona virus”, con particolare riferimento ad episodi di animate liti in famiglia in parte legate alle questioni di isolamento che aggiornate allo scorso week-end sono state un centinaio.

Nella tarda serata di sabato 28 marzo a Piacenza, i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Piacenza hanno arrestato un 36enne piacentino, accusato di maltrattamenti in famiglia, violazione di un provvedimento del giudice, minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, che risiede fuori città, trasgredendo le vigenti disposizioni sulla mobilità e violando anche il divieto di avvicinamento all’abitazione dei genitori – cui era già sottoposto – avrebbe minacciato e maltrattato la madre. Secondo quanto accertato dai carabinieri, allertati da una chiamata al 112, la donna già da diverso tempo avrebbe subito maltrattamenti fisici e psicologici da parte del figlio, che spesso si sarebbe presentato in casa della madre dopo aver bevuto.

All’arrivo dei militari, l’uomo avrebbe inveito anche contro di loro, minacciandoli e, addirittura, colpendoli. E’ stato quindi immediatamente bloccato e arrestato; al termine degli accertamento è stato portato alla sua abitazion agli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.