Quantcast

Pd Piacenza “Stop vendite on line di beni non essenziali: il decreto regionale va modificato”

Nota stampa di Silvio Bisotti, segretario provinciale Pd di Piacenza

Chiarezza sulle “zone grigie” nelle attività produttive e della logistica e più coraggio nel dire stop a una parte delle vendite sulle piattaforme online. Lo chiede il PD piacentino condividendo da una parte gli impegni chiari dell’Assessore Colla ma proponendo nel contempo una ulteriore netta limitazione anche al commercio online di prodotti non essenziali sulle grandi piattaforme di vendita presenti anche a Piacenza.

Occorre una urgente puntuale modifica del decreto regionale. Un territorio così provato dal covid19 come Piacenza deve compiere uno sforzo ancora maggiore per ridurre il prezzo altissimo di vite umane che sta pagando. Non si tratta di una scelta miope che metterà ancor più a rischio il sistema e la ripresa per lavoratori ed aziende ma piuttosto della responsabile volontà di porre un argine ancora più alto al contagio. Chiudere tutto davvero ma per riprendere prima. Provarci soltanto non basta.

Gli accordi su questo tema tra istituzioni, sindacati e categorie economiche, certo in parte validi sulla carta, in pratica purtroppo si stanno rivelando ancora insufficienti. Lo dicono le oltre mille richieste di deroga sul tavolo del Prefetto e lo confermano le ancora pesantemente scarse disponibilità di DPI per tanti lavoratori.

Silvio Bisotti
Segreteria provinciale Pd

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.