Quantcast

Spesa e farmaci a domicilio, Croce Rossa mette in campo una “task force” contro l’emergenza foto

“Croce Rossa Piacenza, nello spirito di essere al servizio dei più fragili e della collettività, scende in campo con una task force che si prodiga per la consegna dei farmaci a domicilio per gli ammalati e per chi non ha la possibilità di andare autonomamente in farmacia, così come per consegnare spesa e viveri ai cittadini che ne fanno richiesta”.

A spiegare queste iniziative collaterali in piena emergenza sanitaria è il presidente provinciale della CRI Alessandro Guidotti. “Al momento tutta Croce Rossa sta concentrando parecchi sforzi per far fronte al bisogno di ambulanze che vadano (e che sono andate) ad implementare la rete di emergenza urgenza sotto il coordinamento del 118. Oltre una decina le nostre ambulanze aggiuntive dedicate all’emergenza Covid. Tuttavia mi preme un doveroso ringraziamento a chi opera sugli altri fronti: dalla logistica, ai mezzi, alle comunicazioni, alle pulizie e ai pasti, nessuno escluso”.

“Un ringraziamento a parte è per l’Area Giovani di Croce Rossa di Piacenza – prosegue il presidente Guidotti – nella persona di Giovanni Buttafava, un ragazzo di 16 anni che con grande entusiasmo è riuscito a concretizzare la spesa e i farmaci a casa di chi ne ha bisogno. Giovanni è riuscito a coinvolgere il suo Gruppo – di cui è neo delegato – e si è messo in stretta sintonia con gli Operatori del Sorriso di Croce Rossa di Piacenza, dimostrando una sensibilità oltremodo da premiare e una maturità non comune per un sedicenne”.

Spesa e farmaci a domicilio - Croce Rossa

“L’idea di renderci utili come Gruppo Giovani ci è balenata in testa fin dalle prime fasi dell’emergenza Covid – racconta lo stesso Buttafava – non potevamo rimanere immobili e vedere quanto ci fosse da fare attorno a noi. Abbiamo avuto diversi giri di telefonate tra di noi, poi, una volta sviluppata l’idea, abbiamo parlato con il presidente Alessandro Guidotti il quale ha accolto con entusiasmo il nostro progetto. Avevamo infatti già visto che il Comune di Piacenza era partito con la possibilità di ordinare a domicilio la spesa, così ci siamo inseriti in questo circuito, in via del tutto gratuita sia per la collettività che per l’utenza. Per quanto riguarda la consegna dei farmaci ci siamo appoggiati a Croce Rossa Italiana che a livello nazionale ha istituito un call center”.

“Per la spesa da Piacenza è necessario chiamare il numero 0523492737, per i farmaci invece è attivo il numero verde 800065510 – prosegue Buttafava – siamo in 15 operatori di Croce Rossa di Piacenza (di cui una decina facenti parte dell’Area Giovani) che su turnazione settimanale svolgono questo (a nostro avviso) importante servizio. Nel frattempo Croce Rossa di Piacenza ha fatto partire un corso speciale per volontari pro tempore. Un corso curato da Isabella Dordoni e con il quale oltre una trentina di persone (rigorosamente tutte maggiorenni) sono già state formate: portando a termine il percorso formativo, dalla settimana prossima ci affiancheranno sia per la distribuzione di farmaci che della spesa”.

“Abbiamo avuto una maxi richiesta di arruolamento – esamina Isabella Dordoni, coordinatore della formazione di CRI Piacenza – oltre 150 le persone che si sono registrate per dare il loro apporto, di queste sono appunto 30 quelle che, oltre che completando il corso online dalla durata di alcune ore, entreranno in servizio proprio da lunedì 23 marzo. Un corso lampo su storia e codice etico di Croce Rossa, slides che spiegano l’uso dei dispositivi di sicurezza personali, una parte dedicata alla sicurezza negli ambienti di lavoro. Pur non potendo salire sulle ambulanze di emergenza, daranno un contributo quantomai prezioso per tutta una serie di necessità logistiche e di servizi collaterali, come ad esempio la distribuzione di farmaci e viveri a domicilio”.

“Mi preme anche fare un appello a chi è in possesso di una laurea in psicologia o chi svolge già la professione di psicoterapeuta, sono figure che in questo momento come Croce Rossa stiamo ricercano e lancio un appello per essere contattata direttamente, con una telefonata al numero 3423401923”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.