Quantcast

Tagliaferri (FdI) “Tutelare i lavoratori del magazzino Amazon”

Con un’interrogazione, rivolta all’esecutivo regionale, il consigliere piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fdi) sollecita l’attivazione di un tavolo di trattativa, da parte del governo nazionale, con Amazon per “attuare le previsioni contenute nell’ultimo decreto sulla sicurezza nelle fabbriche”.

Un intervento, rimarca il consigliere, “a tutela della salute dei lavoratori”. Infatti, spiega, “i lavoratori del più importante centro di distribuzione di Amazon in Italia, quello piacentino di Castel San Giovanni, sono in sciopero, a oltranza, dallo scorso 16 marzo”. Lo stop, evidenzia l’esponente di Fdi, “è stato deciso dopo che le richieste unitarie dei sindacati sulle misure di sicurezza legate all’interno dell’azienda per contrastare l’epidemia da coronavirus, basate sul protocollo firmato sabato d’intesa con il governo, sono state respinte”.

La rappresentanza sindacale Ugl, prosegue l’esponente Fdi, “ha riferito del problema del distanziamento di un metro, spiegando che Amazon non ha distribuito neanche una mascherina in queste tre settimane”. Il sindacato ha infatti dichiarato, sottolinea Tagliaferri, “che ‘è davvero impossibile far capire ad Amazon cosa voglia dire dignità e partecipazione dei lavoratori, anche quando in gioco c’è la salute’”.

Nello stabilimento di Castel San Giovanni, aggiunge, “la sopportazione dei lavoratori è ormai al limite, considerato che ci si trova in una delle zone più colpite dal coronavirus in Italia nella quale, peraltro, l’allarme contagio è scattato prima”. In questo periodo, conclude il consigliere, “si è anche registrato, fanno sapere i sindacati, un caso di contagio tra i lavoratori, ma questo non ha portato alla chiusura dello stabilimento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.