“Abbiamo necessità di riaprire, altrimenti rischiamo un’ecatombe di aziende”

“Abbiamo necessità di riaprire, altrimenti rischiamo un’ecatombe di aziende”.

E’ perentorio Giovanni Rivaroli, presidente di Cna Piacenza, rispetto alla crisi che sta attraversando il settore. “Rispetto alle posizioni intransigenti espresse da alcuni sindacati – dice Rivaroli, da noi interpellato in vista della riunione del tavolo di lavoro convocato dal sindaco Barbieri – vorrei far presente che nessuno di noi ha l’intenzione di mandare allo sbaraglio i propri lavoratori, quindi quando chiediamo di poter riaprire è perché vogliamo farlo in sicurezza. In aziende come le nostre, realtà piccole, i dipendenti sono un investimento e abbiamo tutto l’interesse a tutelarli”.

“Vogliamo rispettare le regole e quindi ci atteniamo alle indicazioni del Governo, che ha fissato il 3 maggio la data della ripartenza. Ma per Piacenza continuiamo a chiedere maggiori attenzioni: il nostro territorio è stato il più colpito e abbiamo bisogno di aiuti maggiori”. “Tra questi – dice -, agevolare l’accesso ai finanziamenti per garantire la liquidità alle aziende e concedere maggiore respiro per le scadenze fiscali”.

“Non va demonizzato – conclude Rivaroli – chi vuole riaprire in sicurezza. Il contenimento del contagio ha dato i suoi frutti. Credo che il settore dei cantieri edili, visto anche il ruolo strategico che ha nella nostra economia, sia il più sensibile e meriti un approfondimento, in modo da consentire di utilizzare al meglio queste due settimane che ancora mancano al 3 maggio e ripartire, anche lì, adottando tutti gli accorgimenti del caso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.